Venerdi’ del libro: La danza della rabbia

Di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente; si limitano a piangere sulla propria situazione; ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose.

Malcolm X

Vi aspettavate la recensione del libro che vi ho presentato settimana scorsa? Avete ragione,  ma non l’ho ancora finito e questo forse vi fa capire quanto poco mi abbia preso (malgrado il titolo). Un giorno o l’altro lo terminero’ e quindi oggi, in mancanza di quel libro, ve ne presento un altro e di tutt’altro genere!

Mia nonna era solita dirmi quando da piccola mi arrabbiavo  che “la rabbia fa male e il male fa morire”. Se proprio morire non fa, la rabbia male incanalata non è di certo salutare ed ecco perchè qualche anno fa mi ero data a letture che parlavano di come affrontare e gestire in modo costruttivo questo sentimento. Tra tutti i libri letti, oggi ve ne propongo uno che se a tratti risulta un po’ tecnico (è scritto da una psicologa-psicoterapeuta) offre anche tanti spunti di riflessione presentandoci situazioni reali legate a diversi tipi di relazione, ricordandoci sempre che se siamo arrabbiati un motivo ci sarà e prima lo riconosciamo, prima potremo affrontarlo in maniera adeguata e costruttiva.

Il libro in questione è

la danza della rabbia lernerLa danza della rabbia – Harriet Lerner

La rabbia è un segnale di avvertimento che è bene non trascurare: ci avvisa che qualcuno ci sta facendo del male, che i nostri diritti vengono violati, che i nostri, che i nostri bisogni o desideri non sono adeguatamente soddisfatti o, piu’ semplicemente, che qualcosa non va.

 

Ora aspetto i vostri suggerimenti. 😀 Eccccccoli:

Qui trovate tutti libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon fine settimana! Noi lo passeremo o sommersi dalla neve o in Francia… o in Francia sommersi dalla neve 😉

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

59 commenti

  1. Interessante, per molti anni ce l’ho avuta con il mondo intero, incanalando molto male la mia rabbia. Non sono sicura la strada giusta su cui indirizzarla, ma ci ho provato in tutti i modi, mi piacerebbe leggere il punto di vista tecnico della psicoterapeuta. Io questa settimana parlo di dinosauri: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/2013/02/il-venerdi-del-libro-dinosauri-pop-up.html
    Olocausto: http://www.lenuovemamme.it/lopinionedellemamme/finche-le-stelle-saranno-in-cielo/
    e di una favola dall’atmosfera gotica: http://www.lenuovemamme.it/lopinionedellemamme/la-meccanica-del-cuore/
    Per me sarà una giornata indaffarata, passerò a leggervi con calma nel weekend!:-)

    1. Anch’io per anni ho gestito male ed incanalato peggio la mia rabbia. Questo libro naturalmente non mi ha dato la soluzione ai miei problemi, ma qualche spunto su cui riflettere si’!

    1. Bello quel libro. Ce l’ho 😀 Me ne ero dimenticata. Dovremmo recensirlo. Io purtroppo l’ho in Italia: la prossima volta che vado, lo recupero!!

  2. Paola… questo è un titolo molto interessante e quello che hai scritto, sottolineato, è verissimo. Non solo, se ben incanalata, la rabbia può fare grandi cose, se lasciata andare senza briglie… distrugge e fa terra bruciata. Ti adoro!

    Oggi io invece vi presento una Collana ed una intervista all’autrice. E’ una Collana molto interessante, perché si presta per diverse letture da diversi punti di vista, ma allo stesso tempo, è scorrevole e divertente, anche quando indaga emozioni dei suoi protagonisti. Non solo, il primo libro della Collana introduce un protagonista che… è allergico alle verdure rosse… e sarà vittima di un incidente, ma non tanto per il dispetto ricevuto… bensì del suo orgoglio… Da leggere… da regalare…

    http://mimangiolallergia.wordpress.com/2013/02/01/libri-un-divano-per-dodici-di-elisa-puricelli-guerra-su-cui-si-siede-anche-un-bambino-allergico/

  3. Innanzitutto complimenti per il libro che hai proposto. siamo soliti affossare la rabbia, come fosse un sentimento non nobile, in realtà è un messaggio che dobbiamo cogliere.
    il libro l’ho già segnato.
    A proposito di rabbia mi permetto di linkare un altrettanto bel post di Grazia (spero non me ne vorrà ..) http://towritedown.wordpress.com/2012/12/17/rabbia-amica/

    Io rimango nella sfera libri illustrati per bambini e propongo un libro semplice – per bambini – sull’identità.
    http://ilmiograndecaos.blogspot.it/2013/02/lidentita-con-un-libro-della-zoolibri.html

    alessandra

  4. ciao Paola!
    ce l’ho, ma non l’ho letto molto devo dire, è un libro che mi sono riproposta mille volte di riprendere ma poi altre letture lo scavalcavano ed ora è in mezzo a molti altri sullo stesso tema. Come te anni fa avevo fatto scorpacciata di libri sulla rabbia: hai ragione male incanalata può far male, ma è un sentimento prezioso, che va accolto e non combattuto e fatto esprimere così da trarne beneficio. Il libro che ho preferito sul tema è sicuramente: Le sorprendenti funzioni della rabbia, come gestirla e scoprirne il dono, ne avevo parlato qui http://ilmondodici.blogspot.it/2011/05/libri-di-svolta-le-parole-sono-finestre.html

    Oggi però ho recensito un libro sull’importanza di [poter esser libere di] esser principesse, un piccolo libro francese davvero carino http://ilmondodici.blogspot.it/2013/02/libri-la-princesse-coquette.html

    ciao!!!

    1. Mi ricordo il tuo post e le tue segnalazioni. Ho seguito molti corsi sul “linguaggio giraffa”: non solo mi sono piaciuti, ma mi sono stati molto utili. Li consiglio vivamente, cosi’ come i libri che proponi 🙂

  5. Non so se sono in grado di capire e seguire fino in fondo un libro che usa il linguaggio specifico della psicologia però mi farebbe bene provare a leggerlo. Ebbene sì tendo a rosicare parecchio!
    Per questa volta non propongo un albo illustrato ma una raccolta di storie di oggetti quotidiani fruibile a vari livelli. http://suegiuperlapianura.blogspot.it/2013/02/i-venerdi-del-libro-gli-oggetti.html
    E incrocio le dita per non bevvarmi l’influenza che qui sta mietendo parecchie vittime.

  6. Ciao a tutte,
    quanti consigli interessanti oggi!
    Ovviamente propongo sempre un libro per bambini…prima o poi riuscirò a leggerne uno per adulti, ormai la lista è chilometrica.
    Questa settimana ci siamo divertiti a provare gli esperimenti scientifici del Signor Albero…continueremo la serie di questi libretti del Battello a Vapore molto istruttivi e carini:
    http://daitrentainpoi.blogspot.it/#!/2013/01/fuoridallerighe-gli-esperimenti.html

    1. Anchio vedo intorno a me un modo arrabbiato. La cosa che mi preoccupa di piu’ é che non mi sembra rabbia costruttiva, ma rabbia fine a se stessa :-S

    1. In effetti me lo sono sempre chiesta come fare ad allevare questo simpatico animale domestico 😉
      Il mio bimbo andrebbe pazzo per il tuo libro: segnato nella lista! 🙂

  7. Ciao Paola,

    il tuo suggerimento di lettura lo metto subito da parte per non scordarlo: la rabbia è un sentimento importante, secondo me sottovalutato. Può essere molto utile se capito e incanalato.

    Oggi dedico il VdL a due libri illustrati per bambini, utili per innescare il gioco del E se fossi…un gioco che facciamo sempre e che mi aiuta, quasi sempre, a capire meglio i desideri e le emozioni del mio bimbo.

    Ecco il link:
    http://towritedown.wordpress.com/2013/02/02/il-gioco-del-e-se-fossi/

    Buon week end a tutte (io lo passo in casa con l’influenza…)
    Grazia

  8. Interessante, come sempre, il libro che proponi…non sarebbe male riuscire a gestire questo sentimento, che spesso ci logora e ci rovina le giornate!
    Questa settimana non ho fatto in tempo a preparare la recensione, spero per venerdì prossimo!
    Ciao a tutti, buon fine settimana!

    1. Oggi, in via eccezionale:gli ultimi saranno i primi!
      Ti metto in cima alla lista… eh,eh,eh! Cosi’ impari ad arrivare in ritardo!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting