Venerdi’ del libro: Mani in gioco

 Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.

San Francesco D’Assisi

La neve, il freddo e le giornate corte corte ci hanno costretto a rispolverare un po’ di giochi da casa ed ecco ricomparire magicamente anche alcuni vecchi libri di attività, proprio come quello che vi presento oggi.

Un libro simpatico che offre un sacco di spunti per impegnare il tempo e divertirsi.

Il libro in questione è

mani-in-gioco-copertinaMANI IN GIOCO di Luigi Morini e Rossana Rossena

Come recita il titolo, un libro su giochi, attività e lavoretti da fare con le mani: giochi tattili, marionette, disegni, maschere, giochi d’ombre, attività di manipolazione e pittura, attività musicali…
Insomma tante idee e suggerimenti da fare con bimbi grandi e piccoli.

 

Ora aspetto con ansia i vostri consigli. Eccoli:

Qui trovate tutti libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon fine settimana… noi lo passeremo sommersi dalla neve! 😀

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

78 commenti

  1. Paola, scusa ma – non so perche’ – pur avendo pubblicato poco fa il post, me lo data giovedi’ e non riesco a mettere il link a questa pagina. la tecnologia talvolta supera la mie possibilita’ ;)!

  2. Buongiorno! Sorrido perché spesso le nostre curiosità coincidono. Anche questo libro è tra quelli che ho acquistato per lavorare coi bambini in biblioteca. Davvero interessante, anche se mi aspettavo qualcosina di più, forse perché, essendo cresciuta coi “Quindici” a portata di mano, alcune cose mi sembravano già viste. In ogni caso un libro che sono contenta di aver preso.
    Ciao!

  3. ciao Paola, il tuo suggerimento mi piace, son quei libri pieni di spunti che fanno sempre comodo.
    ti linko il mio suggerimento http://ilmondodici.blogspot.it/2013/01/libri-middlesex.html e anche quello di Claudia pollon72.blogspot.it/2013/01/venerdi-del-libro-hello-daddy.html che parla di un libro interessante eoggi compie gli anni, sapendo che essendo in ufficio potrà passare di qui solo dopo pranzo le faccio un regalino… e mi raccomando: sommergiamola di auguri 🙂

    1. Adoro il Mago di Oz, era uno dei miei libri preferiti quando ero piccola. Stavo cercando un’edizione accattivante da proporre a PF. Mi sa che ora l’ho trovata ;-D

    1. Pero’ il segreto su cui si basa il libro potevi svelarlo! Mannaggia! Ora mi tocca leggerlo… anzi leggerli!! 😀 Sentiti in colpa.

    1. Argomento davvero difficile da affrontare. Noi per ora lo abbiamo solo accennato: qui a Zurigo il quartiere ebraico é molto grande e PF é rimasto molto colpito dal loro modo di vestire. E’ stata l’occasione per introdurre l’argomento. Terro’ il tuo libro per quando ne parleremo in modo piu’ esplicito.

  4. Ciao Paola!
    Oggi non sapevo se partecipare o meno, perché ho la testa vuota e poco tempo per tutto, per me in particolar modo e quasi zero per la partecipazione in Rete e quando partecipo e non riesco a visitare tutti come vorrei mi sento un po’ una ladra, ma spero che Alice si rimetta presto concedendomi il lusso di passare da tutti come auspico.

    La citazione… è qualcosa che mi fa pensare tanto, perché mi capita spesso di guardare mia figlia e pensare: Chissà cosa farà da grande. Chissà qual è il suo talento nascosto. Chissà se le sue mani che ora la fanno dannare per via della disidrosi, un giorno le regaleranno la gioia di usarle al meglio, nella professione che la farà sentire realizzata, appagata. Quanti pensieri in una “semplice” citazione. Mi mancavano le tue citazioni, era da un po’ che non le usavi, o forse io ero distratta e non le ho notate. Un buon fine settimana, anche con qualche fiaba da… ascoltare: http://mimangiolallergia.wordpress.com/2013/01/18/libri-fiabe-da-leggere-e-da-ascoltare-per-distrarsi-e-per-separarsi/

    1. No, non sbagli: era da un po’ che non mettevo citazioni perchè non avevo il tempo di cercarne di appropriate e non mi piaceva inserire la prima che mi capitava in mano. :-S

      Non si ha sempre tempo di fare tutto… ci sono settimane si’ e settimane no, giorni si’ e giorni no! Quindi non sentirti una ladra perchè tu dai sempre tantissimo sia di persona che in rete 😀

      1. Verissimo.
        Anche io a volte non riesco, ma poi recupero, magari con settimane di ritardo e ogni recensione lascia sempre qualcosa anche se chi le scrive poi non ricambia la visita. Le tue in particolare Monica e in bocca al lupo per la salute della tua piccola.

  5. posso essere dei vostri? oggi sul mio blog parlo di “Una madre lo sa” di Concita De Gregorio. Lo devo segnalre qui, giusto?
    Grazie per la bellissima e interessante iniziativa!

  6. Ci sono anch’io 🙂

    Oggi parlo nuovamente di Ernesto e Celestina, anche perché da poco abbiamo visto il film (sceneggiato da Daniel Pennac) tratto dalle storie di Gabrielle Vincent, e consiglio spassionatamente albi illustrati e film.

    Modi diversi, alla fine, di raccontare storie.

    Ecco il link:

    http://towritedown.wordpress.com/2013/01/18/ernest-celestine-di-gabrielle-vincent-e-daniel-pennac/

    Si parla di adozione, tollerenaza, amore, diversità: tutti temi difficili da affrontare con i piccoli, ma con l’aiuto di una storia ben narrata e di illustrazioni piacevoli si può fare.

    Buon week end
    Grazia

  7. I libri che descrivono come realizzare i “lavoretti” sono la mia passione sin da piccola, solo che allora non avevo abbastanza tenacia e pazienza per portarne a termine qualcuno. Ora che sono grande invece, per qualcuno c’è speranza :-D!
    Io partecipo con un grande albo illustrato sugli animali, poche parole, tante illustrazioni, risultato una grande curiosità per la fauna più strana.
    http://suegiuperlapianura.blogspot.it/2013/01/i-venerdi-del-libro-zoo-logico.html

  8. Mi sono sempre piaciuti i giochi che richiedono abilità manuali e permettono di sviluppare la creatività.
    Non conoscevo il libro che hai suggerito e ti ringrazio per l’informazione.

    La mia proposta per questo venerdì del libro è legata alla musica.
    Si intitola “Tecnica mista su tappeto” e, secondo me, è il più bel libro che sia stato scritto su e con Franco Battiato.

    http://unamammettapasticciona.blogspot.it/2013/01/libro-battiato-tecnica-mista-su-tappeto-franco-pulcini.html

  9. Eccomi al mio secondo appuntamento del venerdì … ho pensato di segnalare un libro per bambini molto divertente e anche un po’ avventuroso: “Il libro che aveva un buco” è il suo titolo e, anche se è un po’ lungo è diviso in capitoli che si possono leggere anche ai più piccoli (non piccolissimi, direi almeno dai 4 anni)come fossero diverse storie, ma tutte collegate. Quel buco gli dà un non so che di molto divertente e misterioso.
    http://creandosicrescecrescendosicrea.tumblr.com/post/40832194612/illibrocheavevaunbuco

    1. Trovo il tuo libro davvero molto interessante. Non lo conoscevo e le riflessioni che propomi nel tuo post, meritano di essere approfondite. Insomma se non si era capito: questo libro sarà mio!

    1. Adoro la Bertola! E’ troppo forte! Questo libro pero’ non ce l’ho…sarà mio prestissimo.

      ‘ops dimenticavo: benevnuta tra noi!!

    1. Interessante! Mi incuriosisce questo tipo di riflessione dato che in casa é un argomento molto dibattuto tra me che con la matematica non ho nulla a che fare e Papà Ema che da bravo ingegnere ci sguazza beato!!

    2. Curioso come due discipline così distanti possano avere cose in comune 🙂
      (avevo provato a lasciarti il commento sul tuo blog, ma da mesi, ormai, ho problemi con blogspot, non mi fa lasciare niente di niente! Mah! )

  10. Bello il libro di cui parli oggi, Paola, ma Bambino risulta refrattario a ogni richiesta creativa in questo periodo. Magari lo leggerò per stimolare la mia creatività (che generalmente si scontra con la mia scarsa manualità…).
    Io questa settimana partecipo dopo una lunga assenza con un libro sulle mogli del buon (!) Enrico VIII.
    Sembra un polpettone storico, ma fidatevi, è un libro che merita di essere letto! Parola di insegnante! (cito le mie stesse parole, dette alla fine della lezione della settimana scorsa nelle mie seconde! Ehehe)
    http://thebookthecatandthetable.wordpress.com/2013/01/18/last-minute/

    1. Mi hai fatto troppo ridere sia con il gossip reale sia sugli svarioni dei tuoi studenti. Non avrei mai pensato di poter ridere su Enrico VIII!! Ah,ah,ah 😀

    1. Anche noi ci stiamo “cimentando” con libri sulla e di musica… spero d riuscirne a parlarne a breve.
      Grazie per il prezioso suggerimento!

  11. Ho figli troppo grandi per il tuo libro, ma sembra molto molto carino! Intanto, vengo a curiosare in questi tuoi interessanti venerdì perché trovo delle cose che mi piacciono molto!
    un saluto e grazie, Linda
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting