Venerdi’ del libro: “Steve Jobs”

Le persone cosi’ pazze da pensare di cambiare il mondo… sono quelle che lo cambiano davvero”

Think Different, spot pubblicitario Apple (1997)

Oggi vi parlo di un libro che mi ha regalato Papà Ema. Era da un po’ che parlavamo di leggerlo, ma non essendo personalmente una “sfegatata” di Steve Jobs ho tergiversato per un po’. Curiosa si’, ma smaniosa di leggerelo proprio no!

Poi mi sono bloccata con la schiena e passare ore ore ore sdraiata senza poter far niente mi stava facendo uscire matta (piu’ del solito intendo! :mrgreen: ). Cosi’ Papà Ema mi ha detto: Ti regalo un bel “malloppone” da leggere … per tenerti  occupata. E cosi’ è comparso il libro in casa nostra: 690 pagine erano piu’ che sufficienti per pasasre il tempo e non stressare marito e figlio 😉

Con mia sorpresa è un libro che scorre veloce, che mostra la persona Jobs a tutto tondo, con i suoi problemi e le sue scelte (non sempre felici) e mostra una generazione, un tempo e un luogo cosi’ vicini e cosi’ lontani da me. E’ stato sconcertante per me (ri)scoprire posti dove ho vissuto e conosco bene (San Francisco, Palo Alto, Mountain View, Cupertino…) sotto una luce nuova. Ho passeggiato in quei viali, ho giocato con PF in quei parchi , ho fatto quelle passeggiate, ho mangiato in quei fast food e conosco molti degli uffici menzionati perchè ho seguito per lavoro Papà Ema proprio là…

E’ stato per me davvero strano ritrovarli nel libro e scoprire che in quei luoghi, per me cosi’ familiari, si è fatto un pezzo di storia. 😯

Il libro ve lo consiglio non tanto perchè vi rivela chissà che cosa del personaggio Steve Jobs, ma perchè è un libro piacevole da leggere che vi svela un pezzo di storia e un modo di essere creativi che puo’ anche non piacere.

Il libro in questione è…

Steve Jobs  di Walter Isaacson

Se vuoi vivere la tua vita in maniera creativa, come un artista, non bisogna guardare troppo indietro: devi essere disposto a prendere tutto quello che hai fatto e tutto quello che eri e lasciartelo alle spalle.

 

Aspetto come sempre i vostri preziosi suggerimenti! Eccoli…

Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon fine settimana a tutti voi! Godetevi il sole, il caldo e la primavera che ormai è alle porte!

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che nei fine settimana vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

 

 

Ti potrebbero anche interessare...

55 commenti

  1. Non solo fare il giro, ma anche lasciare i commenti è una cosa da fare a rate 😉
    Sono contenta che il VdL piaccia cosi’ tanto. Grazie a voi in quest’anno ho letto un sacco di libri interessanti,alcuni che non averi comprato se non mi fossero stati suggeriti… e questo lo trovo eccezionale 😀

    Bacioniiiiiii

  2. Mamma mia sono rimasta parecchio indietro nel vedere i vari libri proposti, ho ancora da finire quelli dell’altra volta! Meglio così, vuol dire che l’iniziativa piace a molti. Allora…….buona lettura!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting