Venerdi’ del libro: “”L’apparenza inganna”

Qualche post fa vi ho raccontato di come qui i bimbi vadano a scuola da soli in tutta sicurezza, una dei motivi pero’ che mi fermano da lasciare andare da solo PF sono i possibili “brutti” incontri che potrebbe fare per strada.

I primi giorni di scuola, le maestre di PF avevano telefonato ad ogni famiglia per avvisare i genitori di accompagnare i bimbi per qualche giorno perché un uomo aveva infastidito una bimba durante la sua “passeggiata”  in solitaria verso la scuola. Questa notizia ha naturalmente accresciuto i miei timori, facendoci prendere la decisione di rimandare a “piu’ tardi” il momento della completa autonomia stradale di PF.

Volendo comunque spiegargli, senza spaventarlo, cosa era accaduto e come comportarsi con gli estranei sono andata a ripescare un libro che era rimasto da un po’ sullo scaffale senza essere letto . Voglio suggerirvelo perché l’ho trovato molto utile per affrontare questo argomento in modo semplice e chiaro. Quindi il libro di questo Venerdi’ é:

L’apparenza inganna – Stan & Jan Berenstain

“Sai tuo padre ha ragione: non devi parlare con gli sconosciuti, accettare regali o farti portare in posti che non conosci…

Ma – continua Mamma Orsa – questo non significa che tutti gli sconosciuti siano cattivi. Anzi, é probabile che oggi nel parco ci fossero solo brave persone che non farebbero male a una mosca. Il guaio è… beh, é come con le mele: in ogni cassetta ce ne sono un paio marce! Lo  stesso vale per gli sconosciuti: i piccoli orsetti devono stare attenti proprio a causa di quelle poche “mele marce”…

Aspetto con ansia i vostri suggerimenti per questo weekend. Eccoli:

     

    Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

    Buon fine settimana a tutti ! 😀

    Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

    Ecco come fare:

    Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

    Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

    Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

    Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

    Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

    Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

    Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

     

    Related posts:

    Ti potrebbero anche interessare...

    23 commenti

    1. Ciao Paola,
      pensa che proprio sabato discutevamo con amici su quando iniziare a mandare i bimbi a scuola soli. Noi abitiamo in una piccola (per la zona) città in Monza&Brianza e sinceramente non credo la manderei da sola nemmeno alle elementari. Loro hanno 3 figlie e vanno tutte solo perchè la prima fa la 3 media e girano in bici in gruppo da quest’anno (l’ultima è in 3 elementare). Qui abbiamo il pedibus, che già è una buona cosa…

      Anche io ho già affrontato la tematica, con “Cappuccetto giallo” di Munari.

      Oggi invece da me si parla di nonni: libri per grandi e per piccini, http://ilmondodici.blogspot.com/2011/09/libri-festeggiamo-i-nonni.html

      ciao!

    2. segnalazione molto utile, grazie. anch’io mi sono già trovata a dover insegnare a g. un po’ di sana diffidenza, ma non è assolutamente facile trovare un equilibrio

    3. O santa donna! Grazie! Cercavo da tempo un libro simile! Alice conosce bene la storia di cappuccetto rosso, però ero alla ricerca di qualcosa di più… moderno… distaccato… non so neanch’io. Grazie!
      Io invece oggi vi presento un bel ricettario per fare il gelato in casa a cui aggiungo qualche istruzione per l’uso per gli allergici. Il libro purtroppo è datato e forse fuori commercio, ma le mie indicazioni sono sempre attuali… almeno per questo decennio:)
      http://mimangiolallergia.wordpress.com/2011/09/30/libri-i-gelati/

    4. Comunque….confermo che oramai non so più come fare a commentare nei blog su piattaforma Blogger 🙁
      sono settimane che ho problemi e ora sono peggiorati invece di migliorare: infatti, anche in quei pochi dove riuscivo a commentare da ieri non riesco più…..non so come risolvere… scusate quindi se non trovate più miei commenti ai vostri post!

      Maris

    5. Finito or ora il mio post, oggi un libro di Rodari http://suegiuperlapianura.blogspot.com/2011/09/i-venerdi-del-libro-i-nani-di-mantova.html
      Simpatica Canaglia ha la capacità di socializzare con chiunque e se da un lato mi riempie di gioia, dall’altro mi rendo conto che esistono persone che non meritano la fiducia totale dei bambini, ancora non glielo ho spiegato perchè lo seguo sempre ma questo tuo suggerimento lo terrò bene a mente. Grazie.
      Domani si va al mare, non so se riuscirò a leggere entro stasera tutti i post ma entro lunedì passo da tutte.
      PS: Maris non preoccuparti ci sentiamo sul tuo blog!

    6. Ciao ragazze,
      che belle proposte! 😀

      Ora vi leggo con un po’ di calma una per una…

      Penso che il piedibus sia la soluzione migliore: garantisce autonomia in tutta sicurezza.

      Bella l’idea di Maris di creare le “amiche del Venerdi’ del libro” 🙂

      Ora corro a legervi con piu’ calma.
      Bacioni e buon fine settimana

    7. Ragazze….notiziona: ho risolto il problema dei commenti! Sto adoperando Mozzilla Firefox al posto di Internet Explorer e mi vengono salvati senza problemi…finalmenteeeeeee 😀

    8. Ho una bimba di 7 anni a cui purtroppo è successa “una brutta cosa” alla materna e quindi ogni tanto le propongo letture in merito e ho fatto veramente tante tante ricerche in proposito. Il libro della famiglia Orsetti ce l’abbiamo già e viene spesso citato nei nostri discorsi-esempi.
      Volevo segnalare un altro libro che purtroppo è fuori commercio e che abbiamo in trovato in biblioteca: La parola d’ordine / Testo di Jasmine Dube. Racconta di un topolino che assieme alla sua mamma decide una parola d’ordine e che senza la quale non da retta a nessuno. E’ veramente carino anche perchè aiuta i bimbi ad acquisire sicurezza in sè stessi.

      Desidero segnalare questa lettura “Il *gattino che si credeva una volpe / Joyce Carol Oates ” è un libro con illustrazioni stupende e una storia veramente toccante su come crescere possa essere a volte un po’ doloroso ma appagante. DA AVERE!

      http://books.google.com/books/about/Il_gattino_che_si_credeva_una_volpe.html?id=zU5wAAAACAAJ

    9. @Maris
      Sono contenta che tu sia riuscita a risolvere il problema con “blogger” 🙂

      @Silvia70
      Grazie per i tuoi suggerimenti. Davvero preziosi. Ho già segnato tutti i titoli: sono in cima alla lista di libri da acquistare:-D
      Mi piace l’idea della parola d’ordine!

      Un bacione a te e alla tua bimba

    10. Questo libro tratta un tema molto interessante! Me lo devo segnare nella lista. Da mamma di bimbo estroverso ogni tanto ci penso… mio figlio parla con tutti gli sconosciuti, saluta, sorride, si ferma a chiaccherare. Non voglio metterli paura nè impedirgli di essere così aperto con le persone, questo libro potrebbe essere una buona idea per cercare di fargli capire che talvolta bisogna prestare attenzione…

    11. A proposito di tutela dei bambini dagli abusi (domestici e non) ho letto recentemente sua una rivista (a chi interessa mi mandi e-mail poichè non penso si possa fare pubblicità, o si può?) un articolo dal titolo “Le parole per dirlo” e faceva riferimento al sito http://www.ioproteggoibambini.it curato da Terres des Hommes. Sono andata a vederlo ed è fatto molto bene. Attraverso dei simpatici cartoni suggerisce ai bimbi come comportarsi in diverse situazioni e fornisce utili consigli anche alle famiglie: DA VEDERE!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Subscribe without commenting