Giochi creativi: la pista di biglie con bottiglie di plastica

Era dal nostro viaggio a San Francisco che  stavo pensando di creare una pista di palline per Piccolo Furfante perchè avevo visto questa al Children Museum. Tutte quelle che avevo trovato sul web, però,  mi sembravano troppo complicate da costruire  oppure richiedevano materiali che io non avevo a disposizione.

Così avevo accantonato l’idea, finchè l’altro giorno ho trovato questo tutorial e mi sono fatta coraggio: in casa sono piena di rotoli di cartone. Ma l’impresa si è rivelata disastrosa: non riuscivo a far stare dritti i rotoli (si sa che sono impedita! :-S) e dopo un attimo mi cadevano tutti… Dato che la pazienza non è una mia virtù, ho desistito quasi subito, ma ormai avevo promesso la pista a PF e così ho dovuto ingegnarmi. Ed è proprio vero: la necessità aguzza l’ingegno! 🙂 Avevo trovato su internet anche questa pista, ma l’avevo scartata perchè non avevo tubi da idraulico nè calamite nè tanto meno un pannello magnetico… ma i tubi potevo costruirmeli da me e le calamite potevo sostituirle con del nastro bi-adesivo! Avevo progettato una pista semplice semplice, che non richideva materiali particolari, facilissima da costruire, e tutta riciclosa. Che volevo di più! 😉

Ecco com’è nata la nostra pista:

  • bottiglie di plastica vuote
  • coltello e forbici
  • nastro bi-adesivo
  • biglie o piccoli gomitoli di lana
  • un armadio

Per prima cosa ho tagliato le bottiglie: 2 le ho tagliate alle estremità e le ho infilate l’una dentro l’altra. Da altre  ho ricavato delle vaschette, eliminando le estremità e tagliando le bottiglie in due. Da altre ancora ho ricavato degli imbuti, non troppo piccoli però.

Dopo che avevo ottenuto parecchie forme ho incominciato ad attaccarle (con del bi-adesivo) ad un’anta del mobile della camera di Piccolo Furfante, creando un percorso con deviazioni e restringimenti…

In meno di un quarto d’ora il nostro gioco era pronto! Dapprima abbiamo usato le biglie, ma cadendo e rotolando facevano un gran fracasso, così abbiamo utilizzato dei piccoli gomitoli di lana colorati (non troppo grandi, di varia gradenzaz e di vari colori). I gomitoli rotolano che è una meraviglia e sono silenziosissimi 🙂

Naturalmente la pista può essere variata e modificata a piacere quante volte si vuole! Basta staccare e riattaccare i pezzi a piacimento 🙂

Noi ci siamo divertiti un mondo a fare gare ed anche esperimenti per capire quale gomitolo rotolasse più o meno veloce! Insomma un vero successone! 😀

Altre idee…

LEGGI ANCHE…

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

14 commenti

  1. Brava Paola!!Ma quanto siamo brave noi mamme, quando promettiamo qualcosa ai nostri pargoletti.Io aspetto con ansia la pista dell’ingegnere di famiglia………Baci uffa

  2. L’ingegnere di famiglia era solo “geloso” perche noi ci stavamo divertendo mentre lui era al telefono per lavoro 😉
    eh, eh, eh…

  3. Meravigliosa!!!! E’ davvero bellissima, bravi! Anche io ne voglio una… Non per Topastro, proprio per me! Anche io voglio giocare con i gomitoli di lana 🙂

  4. Anch’io mi diverto un mondo (forse più di PF). Organizziamo un torneo di mamme? 😉
    I gomitoli sono perfetti per giocare in casa: sileeeeenziosi 🙂
    Baci baci

  5. Non abbiamo mai giocato con i gomitoli, devo provare! Anche se tempo che i due pelosoni di casa, Mucca e Pollo, ci ruberebbero subito il nuovo gioco! Si, si, dovremmo proprio organizzare un bel torneo!

  6. Che bella pista, voglio provare anche io a farla (tirerò fuori l’ingegnere che è in me^_^!!!) per mia figlia, ma poi voglio partecipare anche io al torneo di mamme!!!!!

  7. Il mega torneo delle mamme!! 😀
    Eh, eh, eh… ormai sono diventata una campionessa: vi darò del filo da torcere 😉

    @Claudia
    Visto il loro amore per i gomitoli potrebbero partecipare anche Mucca e Pollo 😉
    Anche la tua pista di rotoli di rotoli di cartone è bellissima! Ragazze andatela a vedere sulla pagina FaceBook di Claudia perchè è davvero fantastica. Spero che Claudia la posterà presto anche sul blog…

    Bacioni e buon 2 giugno a tutti

  8. Geniale!!!!!!! Senza parole. Si commenta da sé! Brava! Lo sperimenterò in montagna… ma devo convincere il marito a comprare l’acqua, perché in montagna “si deve rigorosamente bere l’acqua del luogo…! Cari saluti

    1. Ciao Monica 🙂
      Grazie per i complimenti. Li rigiro subito a te: il tuo blog è davvero bello: le tue ricette gustose e le tue informazioni preziosissime. Brava!!! 🙂
      Buona montagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting