6 idee prese in rete per… giochi sempre in ordine

Da qualche settimana stiamo riordinando la cameretta di PF, nel senso che ci stiamo liberando dei giochi “da piccolo” e risistemando la disposizione dei mobili.

Trovare un “nuovo” ordine ai giochi è diventata quindi la nostra priorità. Ho cercato per la rete un po’ di idee per organizzarli. Ecco quelle che trovo piu’ simpatiche:

idee per mettere in ordine i giocattoli

 

  1. cassette 2 in 1: portagiochi e sedia
  2. lo zoo dei peluche
  3. il mostro mangiatutto
  4. trenini sempre in ordine
  5. giochi a portata di mano
  6. giochi da bagno al loro posto

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata all’organizzazione degli spazi.

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Pronti, partenza… POSTorming!!

Finalmente ci siamo: domani inizia il POSTorming ovvero una Tempesta di Post!! :mrgreen:

Come sapete sono una maniaca dei link: che sia Facebook, Pinterest o Homemademamma io linko tutti e tutto. Credo nello scambio di link, credo nel circolo di idee, credo nella condivisione… credo nella creatività. Ci credo fermamente, anche se  a volte ho avuto brutte esperienze. Questo pero’ non mi ha tolto la voglia di condividere, perché credo che solo facendo circolare le idee la creatività possa crescere.

Da qui nasce l’idea del POSTorming! E’ da un po’ che nei blog americani circolano post in cui é possibile inserire il proprio link/post corredato di foto, in questo modo si crea un “circolo virtuoso” in cui leggendo un post si puo’ accedere a tanti legati dallo stesso tema. Di solito infatti si lancia un tema e chi ne ha voglia partecipa inserendo il proprio contributo. Un po’ come capita con i post di Mens Sana, che io adoro! 😀

L’idea mi é piaciuta subito, ma volevo renderla piu’ libera, un po’ sullo stile dei Venerdi’ del Libro e quindi ecco come ho pensato il POSTstorming:

  1. Una volta al mese (indicativamente tra il 15 e il 20 del mese) pubblichero’ un articolo in cui sarà possibile per voi presentare liberamente un vostro post, senza vincoli di tema, di contenuto o di target, senza banner o loghi da inserire. Solo 3 regole: 1) dovrete pubblicare un solo post e relativo al mese precedente. Quindi in questo caso post relativi al mese di MARZO  2) il post dovrà essere vostro e non di altri! 3)NON saranno accettati post PUBBLICITARI, cioé post che publicizzano prodotti o servizi!!
  2. Inserendo il link al vostro post potrete scegliere una didascalia e una foto. In questo modo i lettori potranno capire l’argomento che viene trattato e, se interessa, leggere il vostro articolo. Potrete parlare di craft, gioielli, acconciature, stili di vita, animali, libri, torte, compleanni, diete… insomma, di quello che volete!
  3. Il link non fa mie né le vostre foto né il vostro post: infatti il link rimanderà direttamente al vostro blog
  4. Il POSTorming rimarrà aperto per l’inserimento dei vostri post per 48 ore, poi non sarà piu’ possibile inserire link su quell’articolo e dovrete aspettare il mese successivo.
  5. Mi riservo di cancellare link che ritengo offensivi o che sono palesemente in contrasto con le mie idee. Visto che con Il Venerdi’ del Libro non ho mai dovuto ricorrere a censura, confido  anche questa volta di non doverne fare uso. Pero’ non si sa mai, quindi preferisco essere chiara…

Domani quindi preparatevi, perché pubblichero’ il primo POSTstorming con le istruzioni che vi spiegano in modo semplice come inserire i vostri post!!  Spero che tutto vada bene e che sarete in tanti! 😀

Pronti, partenza…

Continue Reading

Un’Arca carica di… pirati

Bloccati in casa da febbre, mal di gola e bronchite,  io e Piccolo Furfante ci siamo dati ai lavoretti. La voglia di fare non è molta: gli antibiotici ci mettono sonno e voglia di far niente, ma stare con le mani in mano non è proprio da noi, così ieri ci siamo dati al collage.

Avevo in giro per casa ancora un po’ dì cartone da imballaggio e, non volendolo buttare, ho deciso che era perfetto come materiale per il collage. Ma che cosa rappresentare?

Piccolo Furfante mi è venuto in aiuto: è, infatti, nel suo periodo “barche” ovvero in quella fase in cui non fa altro che parlare di navi, galeoni, canoe, flotte e ogni altro tipo di imbarcazione. Gli va bene tutto anche un canotto o un salvagente  😉

L’Arca di Noè che anni fa gli hanno regalato gli zii (aveva solo 2 anni 🙂 ) è ritornata ad essere uno dei suoi giochi preferiti. Il “povero” Noè si è trasformato in un pirata e gli animali nella sua ciurma. 😀

Il tema del collage non poteva, quindi,  essere altro che una nave e giust’appunto l’Arca di Noè. Non fatevi ingannare, però, gli animali che vedete rappresentati sono dei tremendi pirati 😉

Ecco come abbiamo costruito il nostro collage:

Per prima cosa abbiamo disegnato sul cartone ondulato le sagome della nave, delle nuvole e delle onde. PF mi ha aiutato. Poi le abbiamo colorate.

Il cartone ondulato è divertente da colorare con i pennarelli per via delle scanalature.

Sullo scafo dell’Arca ho fatto tre fori per gli oblò, avendo cura di lasciare una parte della circonferenza di cartone attaccata. Prima di incollare l’Arca sul nostro foglio,  abbiamo segnato con una matita dove sarebbero rimasti gli oblò e vi abbiamo appiccicato degli adesivi di animali (‘ops pirati 😉 ). Abbiamo quindi incollato arca, onde e nuvole.

Per terminare il disegno abbiamo aggiunto particolari come le gocce d’acqua e i fulmini

Il lavoretto è stato divertente e per niente impegnativo. Proprio quello che ci voleva 😀

Ecco altre idee dalla rete:

LEGGI ANCHE:

Continue Reading

Personalizzare le magliette: la balena di stoffa

L’altra settimana ho fatto acquisti selvaggi: maglie, pantaloni e felpe per Piccolo Furfante che nel giro di 15 giorni è cresciuto così tanto che non gli andava più bene niente.

Tra  molti acquisti ho comprato anche un pacco di magliette a tinta unita, larghe e comode come piacciano a lui, ma ahimè un po’ anonime.

Così ho pensato di ravvivarle un po’ ed ecco come sono nate le nostre magliette-balena 😀

Cosa serve:

  • toppe jeans
  • bottoni di piccole dimensioni bianchi
  • ago e filo bianco e azzurro
  • forbice
  • ferro da stiro

Come le ho create:

Per prima cosa ho disegnato una sagoma di balena su di un foglio, l’ho riprodotta sulla toppa jeans e l’ho ritagliata. Ho ritagliato anche 2 pezzi di stoffa a forma di goccia.

Con il filo bianco ho seguito il contorno della balena e delle gocce con dei piccoli punti regolari. Una volta finitoho incollato la balena e le gocce alla maglia con il ferro da stiro. Sulla confezione delle toppe viene riportato il tempo di pressione e la temperatura del ferro. Nel nostro caso erano 5 minuti a ferro basso.

Una volta che la nostra forma è rimasta bel appiccicata al tessuto, ho cucito un bottone al centro della balena: sarebbe stato l’occhietto. Ho fatto un po’ di prove, cambiando dimensione del bottone per vedere quello che stava meglio. Ne ho scelto uno piccolo piccolo. Ho cucito il bottone solamente dopo aver incollato la sagoma, in modo che se il bottone dovesse staccarsi, la sagoma non si rovinerebbe e sarebbe facile riattaccarlo.

La nostra maglietta è pronta. Come vedete è un lavoro veramente facile e veloce, adatto a chi come me non sa la cava molto con ago e filo 😀

Piccolo Furfante  va matto per la sua maglietta-balena ed abbinata ai suoi jeans nuovi fa proprio un “figurone”.

Dimenticavo: ecco la sagoma che ho usato per le nostre magliette. Quella più piccola è quella che abbiamo usato noi 🙂

Altre idee veloci per personalizzare le magliette:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Il giorno di Santa Lucia: bamboline di carta e portacandele fai da te

“Non esageriamo!” ecco cos’ha detto Papà Ema quando ci siamo messi a parlare del giorno di Santa Lucia. E devo dire che per una volta condivido!
Ultimamente abbiamo avuto un po’ troppe feste e ricorrenze, troppi preparativi e troppe tradizioni a cui stare dietro: il giorno del Ringraziamento, il calendario e la corona dell’avvento, i 4 racconti di Babbo Natale, l’albero ed il presepe, la boccia dell’anno…
In effetti aggiungere anche la festa di Santa Lucia, cominciava ad essere troppo anche per noi!:-)

Così ho deciso di fare qualche lavoretto semplice semplice, senza “calcare troppo la mano”.

Qualche giorno fa abbiamo preparato dei piccoli portacandela con la pasta di sale. Una volta formate delle palline di pasta, le abbiamo schiacciate e abbiamo praticato un piccolo foro al centro. Le nostre candele saranno piccolissime: useremo le candeline dei compleanni. Le ho prese rosa proprio per l’occasione, perchè come dice Piccolo Furfante “Santa Lucia è una femminuccia”! . Non volevo, infatti, che PF confondesse queste candele con quelle della corona dell’avvento e così ho voluto che la distizione fosse ben chiara: piccole e rosa per questa festa, grandi e verdi quelle dell’avvento.

Una volta fatta asciugare  la pasta di sale sul calorifero (è bastata una notte) l’ abbiamo dipinta con i colori acrilici. Ho lasciato che Piccolo Furfante si sbizzarrisse e così i nostri portacandela sono multicolore,  a righe e a pois. L’ideale per passare in allegria il “giorno più corto che ci sia”! 🙂

Accenderemo le nostre candeline la sera del 13 dicembre, per rallegrare un po’ la casa e raccontarci la storia di Santa Lucia con l’atmosfera giusta. A dire il vero – come si vede dalla foto – PF ha fatto già mooooooolte prove di accensione.  😉

Settimana scorsa io e PF abbiamo, inoltre, costruito una simpatica bambolina di carta di Santa Lucia, che ho trovato qui! PF ci ha giocato un po’ a vestirla e svestirla, commentando: “Come mai questa qui va in giro con la corona dell’avvento in testa? E’ proprio strana! E’ malata?”. Penso che le bimbe possano divertirsi di più con questa bambola e, magari, fare commenti più costruttivi 😉

Questo sito – caraSantaLucia.it – offre tante informazioni utili per chi vuole festeggiare questo giorno.

Ed ecco altre idee prese in rete per lavoretti da fare con i bambini:

  • makingLearningFun.com (con i modelli per creare la corona di Santa Lucia)
  • Craoyla.com (per realizzare il tradizionale cappello per i maschietti)
  • Badita.it (con le istruzioni per creare candele fatte in casa)
  • PbsKids.org (con un simpatico disegno da colorare)
  • Kiddley.com (per creare una corona di Santa Lucia  tutta di carta)
  • PosieGetsCozy (con le istruzioni -anche fotografiche – per costruire delle magnifiche bamboline di legno di Santa Lucia)
  • MammaFelice (con una tenerissima letterina per la Santa da scaricare)
  • Minidisegni (con una corona e un disegno da colorare)

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Un libretto gioco per Halloween: “il fantasma Gedeone”

gedeone6“I fantasmi  dormono di notte?, “Si lavano i denti?”, “I fantasmi si tolgono il lenzuolo ?”, “La mamma fantasma cosa cucina?”…

Queste, e mille altre, sono le domande con cui ultimamente Piccolo Furfante mi assilla .gedeone3

In vista di Halloween e per rispondere ai suoi curiosi quesiti, ho inventato delle storielle simpatiche sui fantasmi che ci raccontiamo prima di andare a nanna. Una di queste parla del Fantasma Gedeone, un fantasmino in cerca di amici,  che ha il vizio di mangiare troppi dolci.

Ispirata dalla storia (una tra le preferite di PF), mi sono messa a costruire un semplicissimo libretto-gioco sui fantasmi, in cui tra l’altro è inserito anche il racconto (in rima) del famigerato Gedeone.
E’ così nato un nuovo lapbook, in cui ho inserito:

gedeone2 gedeone7 gedeone8

  • Un memory fantasmatico
  • Delle finestrelle apri e chiudi per conoscere i simpatici amici di Gedeone
  • La storiella del fantasmino goloso che impara a mangiare le verdure
  • Una casa stregata con tante sorprese da scoprire
  • Un disegno da colorare

gedeone

Ecco le schede che ho usato per creare questo simpatico libro-gioco. E’ sufficiente ritagliarle ed incollarle su una cartelletta di cartone divisa a metà. La scheda preferita da Piccolo Furfante? Quella della casa stregata con le finestrelle che si aprono e chiudono! 🙂

E qui, invece,  tante altre idee “fantasmagoriche” per decorare la casa e fare lavoretti con i bambini :

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Giocare con l’arte: fare mosaici con i bambini

mosaicoAvevo proprio voglia di fare qualcosa di diverso. Qualcosa di creativo. Ma non trovavo niente che mi stuzzicasse…
Pensa che ti ripensa, ho avuto un’illuminazione. Nel vero senso della parola: ho notato che il lampadario della cucina di mia madre è fatto a mosaico e osservandolo ho avuto, appunto, una  folgorazione :-). Perchè non fare un bel mosaico insieme a Piccolo Furfante???!!
Girovagando nel mio solito negozio fai da te, però, mi sono un po’ demoralizzata: tutto il necessario era troppo costoso per un lavoretto di una mezz’oretta!!
E così ho dovuto spremere di nuovo le meningi, per risolvere il problema.
Le soluzioni a mia disposizione erano diverse per esempio usare i semi, la carta o il tessuto come tasselli, ma ero incerta.
Finalmente dopo qualche giorno ho trovato la soluzione ideale, ecologica e funzionale: costruire i tasselli usando la pasta di sale.
Mosaico3Con l’aiuto di PF abbiamo impastato e steso la pasta di sale, l’abbiamo tagliata a qmosaico0uadratini con un coltellino di plastica. Dato che PF ha partecipato a tutta l’operazione, alcune tessere sono un po’ sbilenche, alcune più alte altre più basse. Ma va bene così, perchè non era il risultato in sè che mi interessava, ma far sperimentare a PF qualcosa di nuovo. 🙂

Abbiamo, quindi,  fatto asciugare le tessere per 1 giorno e poi, finalmente, ci siamo dati da fare nella costruzione del mosaico. PF non stava più nella pelle! Una volta asciutte le tessere risultano dure, ma si rompono facilmente con una leggera pressione, questo permette di creare pezzetti di varie dimensioni a seconda delle necessità.

mosaico2Come base ho recuperato una vaschetta di legno (della frutta? del formaggio? Non mi ricordo più) e usando un po’ (una tonnellata circa 😉 ) di colla vinilica,  Piccolo Fufante vi ha incollato tutti i suoi bei tasselli. Abbiamo dovuto però lasciare asciugare all’aria la creazione per altri 2 giorni.

Attenzione! La pasta di sale si impregna di colla vinilica e diventa umida: quindi si può rompere facilmente. E’ necessaria una base sufficientemente rigida (per questo noi abbiamo usato il legno) per evitare di rompere il mosaico durante la sua fabbricazione!! E’ possibile aggiungere un po’ di colore (tempera) alla colla vinilica per fare in modo che una volta asciutta non sia trasparente.

Devo essere sincera, siamo molto soddisaftti del nostro primo mosaico e abbiamo deciso che diventerà un portamonete per papà Ema.

La ricetta della pasta di sale è sempre la solita:

– 1 bicchiere di farina (abbondante) – aggiungerne in caso il composto risultasse troppo liquido

– 1 bicchiere di sale fino

– 1/2 bicchiere d’acqua (scarso)

– 1 cucchiaio colmo d’olio di semi

– colori per alimenti (che aggiungo quando ho già lavorato l’impasto)

Ecco altre idee-mosaico da fare con i bimbi:


LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Giocare con le foglie ovvero lavoretti autunnali con i bambini

fall4L’autunno non è  certo la mia stagione preferita, ma mi piace per i suoi colori caldi, per l’aria frizzante che mette voglia di stare in casa al calduccio a bersi cioccolata e raccontarsi storie, per l’andar nei boschi a raccogliere castagne e nocciole, perchè tra poco sarà il mio compleanno…

In vista del lungo  inverno, di solito in autunno io e Piccolo Furfante stiamo spesso fuori a goderci il sole tiepido girovagando per il nostro orto, i boschifall2 ed i parchi della zona a raccogliere foglie e frutta di stagione. Anche quest’anno abbiamo fatto una bella scorpacciata: cachi, kiwi, zucche, nocciole, castagne e naturalmente un sacco di foglie!

A dire il vero, di lavoretti autunnali ne abbiamo sempre fatti pochi, soprattutto per mancanza di tempo: in questi mesi siamo di solito indaffarati prima a preparare il mio compleanno, poi Halloween ed infine il Giorno del Ringraziamento e così ci rimane poco spazio da dedicare all’autunno.  L’anno scorso abbiamo fatto solo qualche collage usando le foglie del boschetto vicino casa e molta fantasia. 😉

fall1 fall

Girando  in rete ho trovato, però,  un sacco di idee carine da fare con le foglie. Eccone alcune:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Un’invasione di fantasmi e zucche ovvero addobbi fai da te per Halloween

zucca6L’anno scorso abbiamo organizzato una festa di Halloween fantasmagorica a cui hanno partecipato tutte le amichette di Piccolo Furfante. La casa era piena di bambini urlanti (dai 6 mesi ai 4 anni), zucche vere, dolcetti vari, maschere a volontà, un mini pumpkin patch (leggete qui per saperne di più) nell’orto e  una casa fantasma con tanto di versi mostruosi (che però non ha spaventato nessuno!! 🙁 ) in camera da letto .

La preparazione della festa è stata  impegnativa, un po’ perchè ho voluto coinvolgere attivamente Piccolo Furfante, un po’ perchè avevo in mente un Halloween Party a cui avevamo partecipato l’anno prima a San Francisco e lo volevo riprodurre pari pari (mai più, ragazzi!!! 😉 ).

Già ad inizio ottobre avevamo incominciato ad addobbare la casa: la maggior parte delle decorazioni le abbiamo create noi. E’ stato mooooolto faticoso, mzucca00a ci siamo divertiti davvero un sacco!

Dopo tanto lavoro, la casa a fine ottobre era piena di  fantasmini, pipistrelli, ragnetti, mostriciattoli di ogni sorta e, naturalmente, zucche in gran quantità. Sembrava di essere davvero in un pumpkin patch!!!

Io e Piccolo Furfante, malgrado il lavoraccio, ci siamo divertiti parecchio e, non soddifatti, abbiamo anche preparato degli addobbi per nonni e zii!!

Ecco alcune delle nostre creazioni dell’anno scorso:

  • i fantasmini con la carta crespa. Quelli più grandi li avevamo appesi agli stipidi delle porte e quelli più piccoli sulle piante di casa
  • le zucche di carta crespa che abbiamo usato per decorare i vasi dell’ingresso
  • ragnetti, gatti e zucche di cartone per decorare porte e pareti
  • La famiglia Zucconi con mamma, papà e piccolo zucca. Ne abbiamo varie versioni, usate per abbellire il balcone

I fantasmini di carta crespa sono facilissimi da costruire. Un lavoretto ideale per bambini piccoli!

Occorre:

  • carta crespa bianca
  • fobici
  • spago bianco
  • pennarello nero
  • carta adesiva colorata

Come costruirli: tagliare un quadratino di carta e fare un piccolo buco nel centro. Al suo interno infilare un cordino di spago e fermarlo con un nodo, in modo che la parte esterna possa essere usata per appendere il fantasma. Riempire il zucca7foglio di carta con un po’ di cotone e chiuderlo con un altro po’ di spago, avendo l’accortezza di non riempire troppo il foglio. Gli occhi dei fantasmini più piccoli li ho dipinti con un pennarello nero, mentre per quelli più grandi ho ricavato tanti occhietti da un foglio di carta adesiva giallo e li ho fatti attaccare a Piccolo Furfante.

zucca4Per costruire le zucche ho usato la stessa tecnica. In questo caso però non è necessario bucare il foglio di carta crespa (naturalmente arancione), basterà che lo spago – blocca il cotone all’interno della carta – rimanga lungo per permettere di appendere la zucca.

Le sagome di ragnetti, gatti e zucche sono un po’ più complesse da realizzare. Occorre:

  • cartone rigido
  • tempera nera o colori acrilici
  • forbici
  • ago e filozucca2

Dopo aver disegnato le sagome che ci interessavano su di un cartoncino rigido e averle ritagliate, le abbiamo dipinte con le tempere nere. Una volta asciutte, abbiamo infilato con l’ago, un filo da cucito del colore della parete su cui dovevamo appenderle. In questo modo le sagome sembravano essere sospese in aria. Dato che si trattava di una  festa per bambini piccoli,  ho utilizzato dei disegni simpatici per nulla paurosi. In questo caso Piccolo Furfante, mi ha aiutato a colorare tutte (ed erano molte) le sagome.

zuccaCreare la famiglia Zucconi è stato divertentissimo. Ho ritagliato delle immagini di zucche da un giornale che avevo in casa e le ho incollate su di un cartoncino rigido, avendo cura di infilare tra il cartone e l’immagine un filo di rame abbastanza lungo per permettere alle zucche di essere “piantate” nella terra. Per rendere le immagini più simpatiche ho recuperato degli adesivi di occhi, bocca e naso (li vendevano insime ad un giornalino per bambini) e li ho fatti incollare a Piccolo Furfante.

Dato che la prima famiglia Zucconi aveva riscosso un notevole successo, avevo creato a computer delle altre zucche e degli altri occhi per realizzare tante nuove famiglie. Ecco il modello che avevo preparato.

Gli adesivi degli occhi mi sono stati poi utili anche durante la festa: li ho messi a disposizione dei bambini più piccoli per decorare la loro piccola zucca (questa volta vera!) ornamentale. Un simpatico ricordino  da portare a casa, insieme ai quintali di caramelle che avevano ricevuto facendo il gioco “Dolcetto o scherzetto” 🙂


Ecco altri addobbi simpatici da poter fare con i bambini:

  • Apples4theteacher.com (con tantissime idee. Cliccare sulle immagini per visualizzare le istruzioni)
  • KidsTurnCentral.com (con moltissimi craft da fare. Cliccate sui link per accedere ai singoli lavoretti)
  • Kaboose (con una moriade di meravigliose idee da fare con i piccoli)
  • AmazingMoms.com (con altre originali attività)
  • PlaidKidscrafts.com (con meravigliose idee anche culinarie. Adoro le bottiglie delle pozioni magiche… mi sa che le preparo quest’anno!)
  • BlissFullyDomestic (per creare delle raccapriccianti bottiglie piene di occhietti!)
  • KidsFunReviewed (con un bel collage “zuccoso”)
  • GottaLoveMotherhood (per realizzare simpatici pipistrelli con le calze)
  • CraftElf.com (idee, idee ed ancora idee)
  • eHow.com (con le istruzioni per creare una bellissima ghirlanda di gattini neri)

E se vi state chiedendo: e quest’anno cosa state preparando? Beh…  qualcosa di “grosso”! Ne saperete di più tra una settimana!! Nell’attesa…

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Creare coccinelle, farfalline e ragnetti di cartone

bugs 2Non sono un’amante degli insetti! A dirla tutta, ne ho una vera e propria fobia e non volendo trasmetterla a Piccolo Furfante cerco di avvicinarlo a questo “minuscolo” mondo piano piano, secondo i miei ritmi.
Così l’altro giorno gli ho proposto di creare con me una piccola “fattoria” di insetti di cartone. Lui naturalmente ha accettato con entusiasmo.
Abbiamo realizzato: una moschina, una coccinella, una farfallina ed un ragnetto. Tutti insettini tranquilli, niente di pauroso…

Cosa serve:

  • Rotoli di carta igienica (usati 😉 )
  • Cartoncini colorati. Noi abbiamo usato il verde, giallo e il rosso
  • Un foglio color azzurro
  • Pennarelli di vari colori (a dire il vero, volevo utilizzare le tempere, ma Piccolo Furfante ha preferito i pennarelli)
  • forbici
  • nastro bi-adesivo
  • colla

Come li abbiamo costruiti:

Il corpo è uguale per tutti e 4 gli insettini.

Bugs 3Prima di tutto abbiamo colorato i rotoli di carta igienica con i pennarelli.

Con le tempere il risultato sarebbe senz’altro migliore, perchè il colore sarebbe risultato più coprente ed uniforme, ma i pennarelli hanno il vantaggio di asciugarsi immediatamente.

Una volta colorati i rotoli, li abbiamo tagliati a metà ricavando così 2 piccoli rotolini, che abbiamo nuovamente tagliato per il lungo e  aperti. Questi sono i corpi degli insetti.

bugs8 bugs9 bugs10 bugs11 bugs12

Per creare le zampine ho fatto due taglietti per ogni  lato del cartone,  nella parte terminale dei rotolini. In questo modo ogni insetto ha 6 zampette mobili.

Per realizzare gli occhi, ho ritagliato due grandi cerchi (con una linguetta centrale) da un cartoncino giallo e con il pennarello nero ho disegnato le orbite.

bugs 1Con la stessa tecnica, ho ricavato le ali della coccinella e della farfalla. Per la coccinella ho disegnato con il pennarello i pois, mentre per la farfalla ho applicato con la colla dei cerchi di cartoncino di diverso colore.

Le ali della mosca, invece, le ho ritagliate da un foglio di carta azzurra, più leggero del cartoncino e quindi più “svolazzante”.bugs 6

Non è restato altro che assemblare il tutto, con l’aiuto del nastro bi-adesivo e di un po’ di pazienza. Piccolo Furante si è divertito un sacco ad incollare gli occhi.

Ora anche noi abbiamo i nostri insetti domestici!!

Qui un po’ di altre idee per gli amanti degli insetti:

“My son PF and I we have created a lot of  bug crafts, from spiders to ladybugs!  We used toilet paper bugsrolls, scissors, glue, construction paper and something to colour with. We hope you enjoy creating these bug crafts with your children too!”

LEGGI ANCHE…

Continue Reading