Il calendario dell’Avvento: schede gioco che diventano bocce

Quest’anno avevo in mente di realizzare un calendario dell’Avvento specialissimo, essendo il nostro primo Natale qui a Zurigo.

Piccolo Furfante, pero’ , era di tutt’altro parere: ha voluto che portassimo dall’Italia tutti i nostri addobbi, albero, bocce, presepe e luci compresi. Non ha voluto che nulla rimanesse a Como  e quindi nemmeno il nostro Calendario di Babbo Natale :-S

All’inizio ho insistito un po’: portando tutto qui a Zurigo, la nostra casa italiana sarebbe stata (e lo sarà) davvero triste sotto le feste quando torneremo a trovare nonni e zii. Dopo l’ennesimo battibecco tra me e PF su cosa doveva o meno rimanere in Italia, pero’ ho capito che  ora lui sente come la sua vera ed unica casa questa e non quella italiana, per cui scegliere di addobbare questa e non quella è un segno (ottimo) che la consapevolezza di rimanere qui a vivere è stata acquisita 😀

Cosi’ ho lasciato perdere i battibecchi e ho trasferito a Zurigo tutti i nostri addobbi.

Ahimè! Dovevo pero’ dire addio anche al mio sogno di creare un nuovo calendario dell’Avvento! Noooooo 🙁

Pensa che ti ripensa, ho trovato pero’  un’idea che potesse salvare “capra e cavoli”: utilizzare il nostro vecchio calendario dell’Avvento ma rendendolo”nuovo” 😀

Come ho fatto?

Ho realizzato tante piccole schede-gioco per ogni giorno del calendario. Sul retro di ogni scheda si trova una bella immagine natalizia. Una volta che PF avrà completato la scheda del giorno potrà appenderla al calendario dell’Avvento (o meglio ancora all’Albero) come se fosse una boccia! 😀

Ecco qui le schede/boccia che ho realizzato.

E’ sufficiente ritagliarle ed incollare sul retro di ogni scheda l’immagine natalizia che trovate sempre nel file. Il gioco è fatto 😀


Continue Reading

Le bocce molletta porta dolcetti

Quando ero piccola, uno dei miei giochi preferiti la mattina di Natale era andare in cerca dei cioccolatini nascosti nell’albero. Dopo aver scartato i regali, c’era l’assalto all’albero: ben nascosti tra i rami, le bocce e i festoni i miei genitori (la notte della vigilia) avevevano infilato alcuni cioccolatini natalizi. Non ce n’erano mai molti e questo rendeva la caccia ancora più divertente e complicata.

La tradizione di famiglia è rimasta e, prima dell’arrivo di PF, la lotta per i cioccolatini era tra me e Papà Ema (ma io ero avvantaggiata perchè ero io che li nascondevo 😉 ); ora la caccia si è fatta più dura perchè PF è un vero e proprio segugio da cioccolatini 😀 , ma qualche  dolcetto noi poveri genitori riusciamo ancora a mangiarcelo!

La cosa che però mi ha sempre disturbato di questa tradizione erano quegli odiosi filetti dorati per attaccare i cioccolatini: difficoltosi sia da appendere che da togliere una volta finita la festa.

Così quest’anno ho pensato ad una soluzione ottimale: le bocce moletta porta dolcetto.  😉

Attaccando il cioccolatino (o la caramella) su di una molletta, eviterò di lottare con quel maledetto filetto e abbellirò anche l’albero di Natale 🙂

Naturalmente nella costruzione delle bocce-molletta mi ha aiutato Piccolo Furfante che ora non vede l’ora di dare il via alla caccia ai dolcetti 🙂

Cosa abbiamo usato per costruire le bocce:

  • mollette di legno
  • pennalli di vari colori
  • bi-adesivo
  • ciccolatini di Natale di varei diemnsioni

Come le abbiamo costruite:

Per prima cosa abbiamo colorato le mollette con i pennarelli e le abbiamo lasciate asciugare per un’oretta (giusto per sicurezza). Abbiamo tolto i filetti dorati ai cioccolatini (mangiandocene un po’, giusto per accertarci che fossero buoni… i cioccolatini, non i filetti! ;-)) e, poi con il bi-adesivo li abbiamo incollati sopra le mollette.

I cioccolatini sopravvissuti ora sono appesi al nostro alberello dei grazie in attesa dell’arrivo dell’albero di Natale che si farà rigorosamente l’otto di dicembre. Dubito che resisteranno tanto, però! 😀

Altre idee golose per gli addobbi di Natale:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Decorazioni di Natale fai da te: i pupazzi di colla

La pioggia e la febbre ci hanno costretto in casa per una luuuuuunga settimana e così tra il disegno di un tacchino e l’altro, io e Piccolo Furfante ci siamo dedicati anche a qualche lavoretto natalizio.

Tra questi abbiamo realizzato le nostre bocce natalizie a forma di pupazzo di neve. Qual’è la particolarità: sono fatte con la colla vinilica e noi ci siamo divertiti un sacco non solo a crearle, ma anche a pasticciare 🙂

Cosa serve:

  • colla vinilica
  • tempera bianca
  • pezzettini di foam colorato (in mancanza: stoffe o materiali vari) per bocca, naso, occhi, bottoni e cappello dei pupazzi
  • fermaglino di ferro o nastrino per appendere le bocce
  • una contenitore di plastica usa e getta
  • un cucchiaio
  • alluminio per alimenti
  • forbici
  • pazienza

Come li abbiamo costruiti:

Per prima cosa abbiamo scelto i pezzettini di foam che avrebbero costituito la bocca, il naso, gli occhi, i bottoni e il cappello dei nostri pupazzi di neve.

Ho poi steso dell’alluminio sul tavolo da lavoro (copritelo bene anche con dei giornali,perchè la colla non è simpatica da togliere!). La parte lucida dell’alluminio va appoggiata alla superficie del tavolo; la colla va versata sulla parte non-lucida.

In un contenitore usa e getta ho messo 3 cucchiai di colla vinilica e 2 di tempera e ho mischiato bene. Questa quantità ci è servita per creare 5 pupazzetti di medie dimensioni.

Per creare i singoli pupazzi di neve abbiamo versato sull’alluminio 2 cucchiai di colla in questo modo:  per il CORPO abbiamo versato un cucchaio abbondante di colla  e splalmato bene per dargli una forma rotonda,  facendo in modo che il composto fosse spesso 2/3 millimetri. Per il VISO  ho versato una quantità minore di composto, utilizzando però la stessa tecnica per spalmarlo.

Sulla colla bagnata, abbiamo poi messo i pezzettini di foam ed il fermaglio di ferro, premendo leggermente, ma senza esagerare.

Abbiamo, così, creato 5 pupazzetti di neve.Ora non restava altro che aspettare che asciugassero :-S

Abbiamo dovuto aspettare 2 giorni affinchè la colla si rapprendesse. Un’eternità!!

Una volta asciutti, abbiamo ritagliato i pupazzi dall’alluminio. Le nostre bocce erano finalmente pronte!

Piegando leggermente i bordi, l’alluminio si stacca dalla colla, ma noi abbiamo preferito lasciarlo sia perchè la boccia risulta più rigida sia perchè con l’illuminazione dell’albero l’effetto è spettacolare.

Altre idee per creare pupazzetti di neve:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Lavoretti di Natale con i bambini: le bocce di polistirolo

Ormai manca davvero poco: tra 4 giorni faremo l’albero di Natale e Piccolo Furfante non sta  più nella pelle.

Dopo aver creato la boccia dell’Anno per i nonni, questa settimana ci siamo dati alla creazione di piccole bocce natalizie.

Realizzarle è davvero semplice, ma molto divertente.

Cosa abbiamo usato:

  • palline di polistirolo dal diametro di 2 cm
  • colori acrilici
  • punteruoli di ferro per bocce
  • brillantini
  • fiocchetti natalizi
  • pennelli
  • stecchini lunghi
  • una tazza o bicchiere alto
  • un po’ di fantasia e  di pazienza

Come le abbiamo create

Per prima cosa abbiamo infilzato uno stecchino in ogni pallina e una volta finito questo lavoro abbiamo riposto le nostre bocce in una tazza abbastanza alta. Questo è un buon modo per non sporcarsi, riuscire a dipingere le bocce in ogni parte e farle asciugare senza problemi.

Usando i colori acrilici le abbiamo dipinte una ad una. In mancanza dei colori acrilici è possibile usare le tempere mischiate con un po’ di colla vinilica (una parte di colla ed una di tempere): il risultato è identico. Una volta finite di dipingere, quando ancora erano bagnate, le  abbiamo spolverate con un po’ di brillantini. Questo lavoro non è piaciuto molto a Piccolo Furfante che si è stufato in fretta, così ora abbiamo metà bocce sbarluccicanti e metà no! 🙂

Dopo 2 ore circa, le bocce erano asciutte. Ho potuto togliere lo stecchino (facilmente) e aggiungere al suo posto il punteruolo in ferro. Questo lavoro l’ho fatto interamente io per paura che PF si potesse far male con il ferro.

Alla base del punteruolo ho messo dei fiocchetti colorati per abbellire la boccia e renderla più natalizia. Ora non manca che l’albero per poterle appendere! 🙂

Altre idee interessanti:

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Bocce di Natale fai da te con candele e pastelli a cera

In vista del Natale, ieri pomeriggio mi sono messa a rovistare nel mio cassetto del fai da te ( incasinatissimo come sempre 😉 ). Tra un barattolo di colla vinilica ed un colore acrilico, ho scovato delle vecchie candele bianche usate. Mi spiaceva buttarle via ( come sempre ) e così mi sono messa a pensare a come poterle riutilizzare.

Ricavare  altre candele da quelle vecchie?? Troppo ovvio!! E poi che me ne facevo di altre candele, ne ho la casa piena!

Farle dipingere da Piccolo Furfante? Lavoro inutile! Metà delle candele sarebbero state inutilizzabili!!

Pensa che ti ripensa, ho trovato l’idea giusta: creare delle bocce di Natale.

Non avevo però voglia di fare altri acquisti e così ho pensato a come poterle realizzare senza comprare nulla. Ecco cosa ho escogitato.

Occorrente:

  • candele usate (bianche o  colorate)
  • pezzettini di pastelli a cera usati (noi ne abbiamo un’infinità)
  • formina in silicone per il forno (quella a forma di cuore che uso normalmente per rifare i pastelli a cera di PF)
  • un coltello
  • un forno
  • uno stuzzicadenti lungo
  • profumo per candele (opzionale)
  • ago grosso (da lana)
  • nastrino natalizio abbastanza sottile

Ecco come le ho preparate.

Ho tagliato a pezzettini piccoli (ma nemmeno tanto) le candele ed i pastelli a cera e li ho messi dentro le formine di silicone. Io ho preferito farle di colori uniformi, ma è possibile farle anche variopinte mettendo  differenti colori nella stessa formina. Ho infilato il tutto in forno a 180° per circa 10 minuti. Per sicurezza sono stata a guardare che si sciogliessero senza avere problemi (se avessi distrutto il forno sotto le feste, Papà Ema mi avrebbe ucciso!). Una volta che cera e pastelli si sono sciolti (senza bollire) ho rigirato il liquido con lo stuzzicadenti in modo che il colore si amalgamasse. Attenti a non scottarvi, mi raccomando 😉

Ho tolto la formina dal forno e ho aspettato circa 1 ora, finchè cioè il materiale si è un po’ indurito, ma non eccessivamente. Ho quindi praticato con lo stuzzicadenti un foro dove far passare, una volta completamente solidificate (circa 2 ore), il nastro per appenderle. Se il nastrino non è sufficientemente rigido è possibile infilarlo con l’aiuto di un ago grosso.

A dire il vero, quando ho tolto il composto dal forno ho messo qualche goccia (3) di profumo per candela dentro ad ogni formina. Io avevo in casa (residuo di vecchi esperimenti) quello alla cannella, ma non è necessario aggiungerlo: le bocce infatti profumano di cera. Incredibile , vero??? 🙂

Perchè usare i pastelli a cera? Non solo perchè ne avevo un sacco, ma anche perchè i pastelli  colorano le candele bianche e raffreddandosi si depositano sul fondo creando dei bellissimi effetti marmorizzati. La boccia ,infatti, risulterà di un colore trasparente da un lato e marmorizzata dall’altro! :WOW  😉

Altre idee “ecologiche” dalla rete:

  • GreenMe (per creare simpatiche bocce di Natale da lampadine usate. Fate scorrere la pagina e le troverete!)
  • TwoPeasinaBucket (con un tutorial per ricavare una splendida ghirlanda con  buste di plastica)
  • eHow (con un tutorial fotografico per creare una boccia porta caramelle da una bottiglia di plastica)
  • FrogRidingBike (per realizzare delle magnifiche bocce dalle lattine)
  • CookAround ( tante idee da realizzare con tanti materiali diversi)
  • MarthaStewart (con bocce ricavate da formine di biscotti)
  • PasticciandoinCucina (con un porta candela realizzato da una bottiglia di plastica)
  • SpeedyCreativa (con delle meravigliose bocce a forma di casetta ricavate dal cartone)
  • Amici in Allegria (per creare un simpatico angioletto da una bottiglia di plastica)
  • Ricreazione (per riutilizzare creativamente le capsule del caffè)
  • Il nido di Ale (con una bellissima eco-boccia tutta di plastica)
  • Semplicemente complicata (con un tenerissimo angioletto creato con un abassalingua e un tappo di sughero)

E per chi vuole avere tante altre idee “riciclose” per questo Natale vi consiglio di seguire l’iniziativa di Katia e Beta chiamata appunto RiciclIdea.

Yesterday I created these Christamas ornaments out of old candles and crayons. It was a funny job!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Creare bocce di Natale con i bimbi

Il giorno dell’Immacolata è tradizione nella nostra famiglia regalarsi una boccia di Natale che simboleggi l’anno appena trascorso. Questa boccia avrà un posto privilegiato sull’albero perchè ha un valore molto importante: racchiude in sè la memoria del tempo che abbiamo passato insieme durante l’anno. Le bocce acquistate di anno in anno contengono i nostri ricordi, gli aneddoti, le esperienze, le gioie e le dissavventure trascorse.

La scelta della boccia dell’anno non è quindi  “roba da poco”. Qualche esempio?? L’anno in cui avevo lasciato un bel lavoro sicuro per buttarmi nell’avvenuta del no profit, Papà Ema mi aveva regalato una simpatica boccia del commercio equo e solidale a forma di fragola con dentro un messaggino di incoraggiamento. L’anno del nostro viaggio a Cuba la boccia non poteva che provenire da  lì e poi c’è stata la boccia dell’anno in cui aspettavamo PF e quella in cui avevamo deciso di mollare tutto e trascorre un periodo a San Francisco…

Insomma avete capito cosa intendo! 🙂

Regalarsi bocce di Natale coinvolge naturalmente tutta la famiglia (nonni in primis) e le persone a noi più care. Insomma si tratta di un vero e proprio smercio di bocce  di Natale 😉

Dall’anno scorso le bocce ai nonni sono rigorosamente fai da te o per meglio dire fatte da Piccolo Furfante.

L’anno scorso era stato l’anno della “pasta di sale“. Avevamo fatto tante piccole palline colorate (grandi come un tappo di bottiglia) usando i colori alimentari, qualche brillantino ed infilandoci dentro un nastrino rosso per appenderle. Avevo provato ad usare le formine di Natale (stella cometa, angioletto…) per dargli una forma più simpatica, ma Piccolo Furfante aveva preferito fare le palline.

Dopo una notte sul calorifero le bocce erano diventate dure dure. Avevo passato, quindi,  una mattina a verniciarle con una vernice trasparente per renderle lucide. Un fiocchetto colorato aveva completato l’opera. Ad ogni nonno ne avevamo regalate 2 come gli anni di Piccolo Furfante. Le bocce rimanenti (ci eravamo fatti prendere un po’ la mano nella produzione 🙂 ) le avevamo usate per decorare il nostro Ficus sul pianerottolo di casa. Ora non riesco a trovarne nemmeno una da postare… saranno nello scatolone in cantina insieme all’albero!!! Speriamo 🙂

Un consiglio: la pasta di sale è  pesante, quindi è meglio evitare di fare bocce di grandi dimensioni!!!

Quest’anno abbiamo abbandonato la pasta di sale per buttarci sui colori. Nel mio negozio fai da te di fiducia ho acquistato una boccia trasparente di plastica (quelle che si usano di solito per il decoupage) di medie dimensioni e che si apre a metà. Ho anche fatto incetta di colori con i brillantini: quei piccoli tubetti di colore con la colla dentro, tutti sbarluccicanti ( si trovano anche nei supermercati).

Dopo aver coperto ben bene il piano di lavoro, ho diviso in due la boccia e ho lasciato che Piccolo Furfante si divertisse a dipingere le due semisfere. Inizialmente pensavo di scrivere qualche messaggio augurale (i tubetti  hanno un beccuccio sottile sottile pensato per questo uso), ma PF ha preferito spalmare i colori con le dita :-). Alla fine del lavoro era pieno di colore e brillantini (nemmeno Elvis ai suoi tempi d’oro 😉 ), ma orgoglioso e felicissimo della sua boccia di Natale.

Dopo 2 ore il colore si è asciugato: ho lasciato la boccia semplicemente all’aria, in un ripiano alto per evitare che PF andasse continuamente a toccarla!!

Una volta asciugata ho inserito dentro la boccia un po’ di toulle bianco e dei cioccolatini con la carta rossa (cremini e gianduiotti, i preferiti dei nonni), l’ho chiusa e l’ho abbellita con un nastro ed un fiocco natalizio! La nostra boccia fai da te è pronta per essere regalata! 🙂

Perchè una boccia come questa?? Semplice: nonno Gianni per molto tempo (quasi 2 anni) è dovuto stare a dieta stretta a causa di un serissimo problema di salute. Qualche settimana fa, all’ultimo controllo, il doc gli ha dato l’ok per riprendere un’alimentazione normale! E cosa c’è di meglio di una bella scorpacciata dei propri  cioccolatini preferiti??? 🙂

Ieri poi eravamo lanciatissimi e così siamo andati avanti a fare esperimenti creando tante altre bocce decorative con il polistirolo, le pipette colorate… ma tutto questo materiale servirà per un altro post. 😉

Ecco altre idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

This is a simple Christmas craft to make with children: a bowl full of Christmas candies!

Continue Reading