6 idee prese in rete per… mobili IKEA in stile Montessori

Nelle ultime settimane ho ricevuto alcune richieste per raccogliere idee su come creare in casa un ambiente per i bambini in stile Montessori. Non tanto riguarda ai materiali didattici da proporre, quanto piuttosto a mobili e spazi a misura di bambino.

Ho cercato in rete idee facili da realizzare e alla portata di tutte le tasche e ho trovato queste bellissime soluzioni ricavate tutte da mobili ed accessori IKEA. Eccole quindi per voi…

 

  1. Armadio a misura di bimbo
  2. Un coccoloso angolo lettura
  3. Da contenitori per spezie a librerie
  4. Un bagno fai da te a prova di bimbo
  5. Guardaroba ad altezza bambino
  6. Lettino montessoriano in poche mosse

 

Tante altre idee le trovate nella mia pagina Pinterest dedicata agli spazi per bambini.

 Qui trovate invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

6 idee prese in rete per…scatolette da stampare

Sono una manica delle scatolette fai da te! Le uso per tutto: per incartare piccoli regali, per tenere in ordine braccialetti e anelli, come semplici bomboniere, per contenere cioccolatini e caramelle o semplicemente smalti e trucchi.

Se frugate in giro in casa mia troverete cassetti ed armadi pieni di scatolette e le piu’ belle in bella mostra su ripiani e scaffali.

Sono naturalmente sempre in cerca di nuove idee, perchè quando mi stufo le butte e ne preparo di nuove.

Ecco allora per voi una raccolta delle mie preferite:

6idee per creare scatolette di carta

  1. Dolci tortose scatoline
  2. La romantica scatola macchina da scrivere
  3. Le simpatiche  scatolette degli animali
  4. Golosissime fragola-scatoline
  5. Volpi, gattini e coniglietti portatutto
  6. Fantasmini di latte

Sulla mia pagina Pinterest dedicata alle scatolette fai da te troverete tantissime altre idee!

Qui invece  tutte le idee prese in rete finora!

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Gli adesivi LEGO per mattoncini sempre in ordine

Non so voi, ma a casa nostra abbiamo LEGO ovunque. Una volta ci siamo ritrovati perfino la testa di un omino che galleggiava beata dentro la tazza del caffè. Vi lascio immaginare come io l’abbia presa!!!

adesivi lego fai da te
Il problema non sono tanto le astronavi, i mostri spaziali, case o le asfaltatrici: vari ripiani del mobile di PF sono dedicati a custodire le costruzioni piu’ grandi!
Il problema sono i piccoli pezzi che ritroviamo sempre ovunque. Una grande scatola contiene la vagonata di mattoncini, ma per le piccole parti abbiamo optato per varie (molte, anzi di piu’) scatoline di plastica colorata acquistate all’IKEA.

Questa scatoline pur tanto simpatiche ed allegre, mi risultavo pero’ un po’ anonime, cosi’ ho deciso di realizzare degli adesivi a tema LEGO per personalizzarle!

Nasce cosi’ il nostro kit degli stickers a tema LEGO che contiene:
varie faccine grandi, varie faccine piccole e mattoncini di varie grandezze e colori.

Se anche voi volete riordinare i vostri mattoncini, eccovi il kit da stamparee  con le immagini da ritagliare ed incollare su cio’ che piu’ vi piace!

Ora sono in cerca di una soluzione definitiva per organizzare i vari omini. Appena la trovo la condividero’ con voi! Se avete idee e suggerimenti sono ben accetti!

Altre idee LEGO prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Decorazioni fai da te: le piatto-astronavi di Star Wars

tutorial da piatti ad astronavi star wars

Ormai lo sanno anche i muri: PF è un fan sfegatato di Star Wars! Astronavi di lego, astronavi giocattolo, figurine, spade laser, costumi, sveglie, maschere… insomma ne abbiamo la casa piena!

Qualche tempo fa mi aveva chiesto di decorare la sua camera, ma l’idea di appendere poster non mi piaceva particolarmente. Cosi’ sono andata in cerca di idee per realizzare qualcosa di simpatico che potesse piacergli. Nella mia pagina Star Wars di Pinterest potete ammirare tutto quello che ho trovato finora.

Malgrado la grande quantità di idee recuperate in rete, nessuna mi aveva attratto particolarmente. Cosi’ mi sono messa a pensare, pensare, pensare, pensare, pensare… finchè una sera davanti ad un piatto di pizza ho avuto una folgorazione: riciclare i piatti di polistirolo creando delle astronavi da muro.

Cosi’ sono nate La Morte Nera e il Millenium Falcon che ora abbelliscono la nostra unica parete vuota!!

Non ci vogliono particolari doti artistiche per realizzarle e con un po’ di pazienza creare le due astronavi sarà un gioco da ragazzi.

Cosa ho usato:

  • piatti di polistirolo per la pizza
  • pennarelli indelebili (argento, nero, oro, bianco, rosso)

Come ho realizzato le due astronavi:

Per prima cosa ho cercato sul nostro libro di Star Wars i modelli che mi servivano, ma potete trovarne facilmente in rete! In mancanza di meglio potrete prendere spunto anche dalle mie :

da piatto ad astronave star wars

 

Creare la Morte nera è stato piu’ facile e veloce sia perchè avevo scelto un’immagine in cui veniva rappresentata solo metà sia perchè non è cosi’ ricca di particolari come il Millenium Falcon. Una volta disegnato il contorno e una bozza dell’astronave, ho cominicato a colorarla e ad aggiungere i particolari.

astronavi star wars decorazioni da muro fai da te

Ho trovato la realizzazione delle due astronavi tutto sommato facile, soprattutto perchè i pennarelli indelebili hanno il vantaggio di essere molto scriventi e gli inevitabili errori sono facilmente corretti con una semplice passata di pennarello!

La cosa piu’ difficile sono state le sfumature che ho creato passando piu’ colori uno sopra l’altro e creando aloni con le dita o con il feltro della punta del pennarello.

star wars astronavi fai da te

Da tenere presente:

  • essendo i piatti fatti di polistirolo non calcate troppo perchè il materiale si deforma creando delle rientranze non facilmente camuffabili
  • i colori indelebili si asciugano abbastanza in fretta, quindi se dovete procedere con le sfumature dovete essere abbastanza veloci
  • il polistirolo è un materiale poroso, i penneralli indelebili acrilici sono perfetti perchè sono molto scriventi, si stendono facilmente, è sufficiente una sola passata per avere un colore perfetto, senza sbavature ed imperfezioni, inoltre il colore rimane luminoso e non diventa opaco

Alte idee prese in rete:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Il sacchetto del freddo fai da te

ghiaccio antibotta

Lividi e bozzoni sono all’ordine del giorno in casa P.

Vi avevo già mostrato qui come creare il nostro sacchetto antibotta di noccioli di ciliegia, ancora molto usato e devo dire il nostro preferito in caso di lividi!

Nel tempo abbiamo creato altri sacchettini freddo/caldo fatti con il riso, che tengono maggiormente la temperatura, ma sono un po’ pesanti e PF non li apprezza molto!

Ero andata in cerca di alternative ed in rete avevo trovato quest’idea per creare sacchettini del freddo con il detersivo. Ho voluto provare ed in effetti il risultato è stato ottimo e soprattutto economico.

Cosa serve:

  • un sacchetto-gelo per alimenti richiudibile
  • detersivo per piatti

sacchetto antibotta fai da te istruzioni

Invece di usare un comune sacchetto per refrigerare i cibo (di quelli con la zip in cima), ho utilizzato un sacchetto per creare i cubetti di ghiaccio. L’ho scelto perchè essendo composto da piccole sacche, mi sembrava potesse essere piu’ maneggevole di quello standard,  soprattutto quando il liquido all’internoavrebbe incominciato a sciogliersi: con questo tipo di sacchetto il liquido non si distribuisce solo in una parte del sacchetto, ma rimane bloccato per tutta la sua grandezza.

Creare il sacchetto è semplice: basta riempirlo di detersivo, chiuderlo bene e metterlo nel frizer. Dopo qualche ora il detersivo sarà congelato e pronto all’uso.

Ho fatto qualche prova e ho visto che impiega circa 4 ore a scongelarsi completamente. Il peso non è eccessivo e come vi dicevo il liquido, usando questo tipo di sacchetto, rimane fermo anche se scongelato.

Alcune avvertenze:

  • Se usate i sacchetti con la zip, riempire il sacchetto sarà un gioco da ragazzi. Con il sacchetti per creare cubetti di ghiaccio è un po’ piu’ complicato poichè hanno un restringimento per fare entrare il liquido che deve per altro colare per riempire tutte le sacche. Bisogna fare tutta l’operazione abbstanza lentamente. Vi consiglio, se usate questi sacchetti, di versare il liquido tenendo il sacchetto in posizione verticale.
  • Accertatevi che il sacchetto sia ben chiuso prima di riporlo in frizer. Io per sicurezza l’ho inserito in un altro sacchetto a zip
  • Se vi fosse caduto del detersivo all’esterno del sacchetto, asciugatelo bene prima di metterlo a congelare
  • Io ho usato un detersivo di colore giallo, vi consiglio pero’ di usare un colore diverso, non ricoducibile a nessun tipo di cibo in modo da non confondere il vostro sacchetto con qualcosa da mangiare. In alternativa potrete aggiungere alcune gocce di colore per alimenti!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Gli elastici-leccalecca per una scrivania in ordine

elastici leccalecca

Non so come sia la scrivania dei vostri bambini, quella di PF è un disastro: penne, colori, graffettine, libri, fogli sparsi ovunque.

Non che io sia da meno, ma tra la mia e la sua, la situazione era diventata poco gestibile.

Ho cominciato allora a raccogliere un po’ di idee per organizzare il nostro spazio. Ho cercato naturalmente ispirazione in rete, ma quella che vi presento oggi è un’idea che ho scovato nella nostra libreria di fiducia.

Come molte grandi  librerie, anche la nostra ha una sezione dedicata alla cartoleria dove io dilapido impunemente e senza il minimo rimorso i nostri soldi. Passando tra gli scaffali, qualche pomeriggio fa, ho scovato una simpatica idea per tenere in ordine gli elastici che, in casa nostra, sono immancabilmente  sparsi un po’ ovunque. Di cosa sto parlando? Degli elastici-leccalecca!!

Galvanizzata dalla scoperta, sono corsa a casa e ho cercato un qualche tutorial che mi spiegasse come relaizzare le palline di elastici. Ho trovato questo e in men che non si dica i miei elestici erano tutti raggomitolati in tante palline colorate.

Quello che vi serve è un po’ di carta d’alluminio, un mucchio di elastici e un po’ di pazienza.

Il passo successivo è stato semplice: creare lo stecco è stato infatti un gioco da ragazzi. Ho preso degli stuzzicadenti lunghi, li ho divisi a metà e li ho ricoperti con dell’adesivo colorato.

Ho quindi infilato gli stuzzicadenti nelle pallline di elastico e i miei lecca lecca erano pronti. Da oggi in poi mai piu’ elastici in giro!!

leccalecca di elastici tutirial

Alcuni consigli:

  • piu’ la pallina è piccola e piu’ è difficile fare star fermi gli elastici nella fase iniziale. Cominciate percio’ con una pallina abbastanza grande
  • Gli elastici piu’ piccoli sono difficili da fissare quando si è appena incominciata a formare la pallina. Io li ho lasciati per la parte finale e all’inizio ho usato quelli piu’ lunghi arrotolandoli piu’ volte.
  • per rendere la pallina piu’ tonda possibile, ho fatto in modo di variare ad ogni elastico l’angolazione dell’avvolgimento.

Una volta terminata, la pallina rimbalza pure e PF la usa anche per giocare! Una sorta di 2 in 1: tiene in ordine la scrivania e si trasforma in un simpatico gioco!

Altre idee per usare in modo creativo gli elastici:

LEGGI ANCHE…

Post di Paola Misesti

Continue Reading

Decorazioni di primavera: Benvenuto Aprile!

decorazione fai da te primavera diy

Finalmente primavera, finalmente aprile!

Questo primo giorno del mese noi lo stiamo passando a letto tra tachipirina e soffiate di naso. Per rallegrarci un po’ la giornata,  ci siamo dati al ritaglio.

Armati di forbici e cartoncini colorati, abbiamo realizzato tanti pesciolini multicolori e li abbiamo attaccati sulla nostra megaporta bianca che divide lo studio dal soggiorno. Infine per far capire che, malgrado la febbre, volevamo dare il benvenuto a questo mese, ecco spiccare un bel cartello arcobaleno: APRILE!

Se volete anche voi creare questa semplice decorazione, ecco cosa vi serve:

Altre idee primaverili prese in rete:

Non mi resta che augurarvi buona primavera e buon mese di Aprile!

decorazione fai da te primavera

Continue Reading

Da sottopentola a portanote

portanote fai da te

“La lavagnetta magnetica, no!

Quella di sughero non mi piace…

La lavagna-lavagna fa polvere.

Quella bianca-cancellabile mi mette tristezza!”

Cosi’ é iniziata la ricerca del portanote per il mio angolo lavoro. Non ce n’era una che mi piacesse e per oltre un anno quello spazio tra libreria e scrivania é rimasto vuoto. Finché un giorno trovo questo in rete. Ideona! Non una lavagnetta ma molte e con una forma davvero simpatica.

Vado all’Ikea e  compro 3 sottopentola rotondi di media grandezza.

Pero’ ho ancora un problema: sono di sughero e a me il sughero a vista non piace.

Che fare,  allora? Rivestirlo? Troppo impegnativo! Allora? Bè… coloralo, ma in modo che l’effetto sia particolare.

Faccio alcune prove e poi trovo la soluzione: una base di bianco da ripassare poi  con delle grosse pennellate di nero. Perfetto!

Continue Reading

Una casa creativa: organizzare i colori

E’ da un po’ che pensavo a questa rubrica, ma continuavo a rimandarla per via del poco tempo a disposizione. 🙁

Per mesi ho recuperato materiale in rete per trovare idee per arredare  la nuova cameretta di Piccolo Furfante  a Zurigo. Sapete che amo il fai da te e il riciclo, quindi mi sono focalizzata soprattutto su questo tipo di materiale.

In poco tempo mi sono ritrovata tanti meravigliosi link stipati nel mio bookmark ed ho pensato: “perchè tenerli solo per me?” Mi piacerebbe, infatti, condividerli con voi e potervi, magari, essere in qualche modo utile.

Ho organizzato il materiale a seconda dei temi che mi interessavano: porta riviste, porta giochi, scaffali, tappeti, tavolini, sedie e sgabelli, porta libri…

Insomma, dovendo arredare da zero la cameretta di PF ne avevo di materiale da recuperare. :mrgreen:

Oggi inizierei con il parlarvi di come “organizzare i colori”: pennarelli, pastelli, tempere, matite…

Ecco cosa ho trovato e mi è piaciuto tanto, anzi di più:

Continue Reading