Regola uno: a Zurigo si esce con qualunque tempo!

Una regola che ho imparato in questi giorni se si vive a Zurigo, ma immagino che valga in generale per queste latitudini ed oltre: si esce con i bambini con qualunque tempo. Piove, nevica, ci sono -10 gradi, c’è il sole che spacca le pietre (questa cosa è rarissima, direi! :mrgreen:) si prende il bimbo/i e si esce. E non parlo di questioni di vita o di morte, parlo di passeggiate e giochi al parco, giri in bici o corse all’aperto. Quando parlo di brutto tempo, non mi riferisco a brevi temporali e pioggerelline passeggere, ma di pioggia battente e continua e vento gelido.

Il tempo meteorologico qui, ho scoperto, è un dettaglio del tutto trascurabile, l’importante è essere preparati ed attrezzati al meglio. Ahimè noi non lo siamo ancora. 😥 ma lo saremo!

Osservando dalla finestra i bimbi passeggiare tranquilli sotto una pioggia terribile in direzione del parco o buttarsi in piscina con 18 gradi e cielo coperto (il sole quel giorno non è mai uscito da una coltre spessa di nuvole e il vento era gelido), devo dire che ho vacillato. “Non ce la posso fare!” ho subito pensato… ed invece sono bastati pochi giorni  a faremi prendere coscienza che se non si esce e ci si diverte ugualmente con qualunque tempo, qui  si rischia di rimane in casa per sempre (e anche di piu’). Questa nuova consapevolezza mi ha dato la forza di “buttarmi nella mischia”!

Nell’elenco di cose che devo “acquistare” per la scuola a Piccolo Furfante al primo posto si trovano i vestiti da pioggia (tute impermeabili stile palombaro). Le maestre hanno sottolineato, nella loro nota informativa alle famiglie, il fatto che ogni giorno (a prescindere dal tempo) i bimbi usciranno per fare passeggiate in città e nei boschi, giocheranno nel parco e in giardino  e percio’ dovranno avere a disposizione vestiti comodi che li riparino, nel caso, da freddo ed acqua. Un abisso rispetto alle regole della scuola italiana di Piccolo Furfante in cui le uscite erano rigorosamente dettate dalle condizioni atmosferiche.

Ora stiamo facendo il giro dei negozi per tovare tutto l’occorrente. Alcuni vestiti da palombaro (cosi’ chiamiamo in casa le tute da pioggia) sono davvero raccapriccianti con pantaloni ascellari con elastici ai piedi, altri sono piu’ accettabili ma secondo me meno impermeabili e poco utili allo scopo. A breve la scelta, anche perchè mancano solo 15 giorni all’inizio della scuola 😀

Qualche goccia di pioggia e un tremendo ventaccio ormai non ci fermeranno piu’ 😉

I’m singing in the rain
Just singing in the rain
What a glorious feeling
I’m happy again
I’m laughing at clouds
So dark up above
The sun’s in my heart
And I’m ready for love
For love

Let the stormy clouds chase
Everyone from the place
Come on with the rain
I’ve a smile on my face
I’ll walk down the lane
With a happy refrain
Singing, singing in the rain
In the rain.

LEGGI ANCHE…

 

Ti potrebbero anche interessare...

22 commenti

  1. Ciao, sono sempre quella che è nata in Svizzera a San Gallo, ma trapiantata in Italia, fin da piccolissima….nei molti ricordi che ho, di quando andavo a trovare i miei parenti svizzeri, ho proprio quello del tempo: sempre uggioso, e raramente caldo afoso in estate (l’unico mese bello, all’epoca, era quasi sicuramente Luglio, il mese in cui sono nata). Mia mamma mi racconta, che a pochi mesi, ancora in carrozzina, mi portava in giro con la neve! Mi metteva una bella borsa di acqua calda all’interno dell’abitacolo, e m’infagottava per bene, e via, non si stava di certo a casa! Ho numerose foto che mi ritraggono a vrie età, con i miei bei impermeabilini, il primo è stato di colore giallo! Quando anche qui da noi, c’è una parvenza di tempo Svizzero, non mi sento per niente triste….anzi, mi riempie di ricordi e mi piace :O)
    Che male volete che faccia, un pò di pioggia se ben equipaggiati: forse noi mamme italiane, siamo un pò troppo protettive, o forse abbiamo talmente tanto bel tempo (o quasi) che possiamo scegliere…un bacio a voi e uno alla mia amata Svizzera :O)

  2. Questo tempo grigio a me un po’ di malinconia mette 🙁 Forse venendo dalla calda e soleggiata Sardegna, ora sento di piu’ lo “sbalzo”…
    Lo ammetto: io sono una mamma protettiva ed apprensiva 😀 Finora non mi aveva mai sfiorato l’idea di andare a giocare con PF sotto il diluvio…
    Come si dice: mai dire mai 😉

    Un salutone dalla tua Svizzera 🙂

  3. Ben diverso dal “Piove piove la gatta non si muove, si accende la candela e si dice buonasera”. Del resto i bambini amano andare in giro con gli stivali di gomma e le mantelle da pompiere…vorrà dire che ci attrezzeremo;)..questa settimana finisco di lavorare, mi par di capire rimanga solo la prossima prima dell’inizio della scuola…

  4. Anche in Germania si esce con ogni tempo, infatti si trovano vestiti pratici e “tecnici” per portare i bambini fuori a divertirsi anche se piove.
    Ho comperato dell’abbigliamento da pioggia che qui non si trova e d’inverno andiamo a giocare sulla spiaggia anche quando il tempo non è dei migliori… la mia mamma mi portava fuori sempre e son venuta su bene!

    Andare a pozzanghere con gli stivali di comma è una delle cose più divertenti da fare… anche passati i quarant’anni 🙂

  5. Che meraviglia! Potresti fornirmi qualche informazione in più? Del tipo tipologia dell’abbigliamento scelto ed, eventualmente, siti web da prendere come esempio.
    Volevo condividere con voi questo motto:
    ” Non esiste il brutto o cattivo tempo ma solo modi corretti o sbagliati di vestirsi”

  6. @Laura
    Dobiamo assolutamente organizzare “la gita” zurighese. Voi quando potreste?
    Nella lista delle cose da portare aggiungi le bici. C’è una magnifica pista ciclabile (adatta anche ai bimbi piccoli) che collega il nostro paesino a Zurigo e Zugo 😀 E’ magnifica. Da fare assolutamente !

    @Monica:)
    W le pozzanghere! 😀 Devo comprarmi anch’io degli stivali adatti pero’. I miei fanno acqua da tutte le parti 🙁

    @Natascia
    Bello il tuo motto! 😀
    Per darti un’idea dell’equipaggiamento da pioggia…
    Questi sono i pantaloni da palombaro
    http://www.preisroboter.de/ergebnis1042842.html
    L’effetto finale è questo 😀
    http://www.regenkleidungshop.de/ocean-regenhose-fleece-kinder-dunkelblau-p-18.html
    Quello che avevamo trovato per PF pero’ era di un bel giallo acceso. Di certo non passava inosservato 😉

    Baci baci

  7. ciao, se vuoi trovare un po’ di tutto sull’abbigliamento bimbi, anche se é un po’ caro, ti consiglio il sito http://www.jako-o.ch c’é veramente tutto, anche le cose per la scuola, giochi e altro….fortissimi per esempio i calzettoni da mettere negli stivali di gomma per usarli anche in inverno, oppure quei bei pantaloni con le ginocchia e gli orli rinforzati adatti al parco giochi….l’unico svantaggio é che é tutto in tedesco, ma ne vale la pena. I materiali sono buonissimi e durevoli anche dopo anni di utilizzo (per esempio per passarli ai fratellini minori)….
    ciao ciao

  8. figurati!!!! quelle poche volte che sono uscita con entrambe tra passeggini pappe pannolini mi scappa la pipì prendi l’ombrello prendi l’ovetto prendi il copriovetto pensavo di suicidarmi!!! 🙂
    non ce la potrei fare proprio, se poi conti che la “grande” è stata a casa dall’asilo da ottobre a maggio, frequentando forse in tutto due mesi (non continuati, s’intende)… la prossima settimana iniziamo la cura di rafforzo in previsione autunnale, sperando che l’anno che inizia non sia come quello passato
    piuttosto mi trasferisco in california!!!! 🙂

    complimenti per il coraggio, avete tutto il ns appoggio psicologico!!!! quando potete, prendete un aereo verso i tropici 😛
    a parte gli scherzi, vi ammiro davvero, e buon inizio di nuova vita

  9. ti capisco! mia mamma è olandese vado spesso in olanda e vedere quei bambini con le guance fredde e ghiacciate con solo una maglietta addosso mi fà star male ma daltronde loro sono abituati e non si ammalano quindi và bene così 🙂
    buone passeggiate!

  10. @Ilaria
    Grazie della dritta. Mi sto sfogliando tutto il sito.Una meraviglia 😀
    Grazie!Grazie!Grazie!

    @Claudia
    I primi giorni speravo che il clima si adattase a me, ma ho visto che è inutile e cosi’ ci siamo adattati noi 😉

    @Eleonora
    Grazie per il benvenuto 😀

    @Francy
    Questo sabato iniziamo anche noi la cura superpreventiva e incominciamo con gli incroci di dita di piedi e mani. Quest’anno mi sa che sarà tragica e poi dobbiamo anche fare la vaccinazione alla zecca di zurigo! Mi sa che questa non ce la sfanghiamo :-S
    Stiamo già sfogliando i deplinat 😀

    @Supermamma
    In effetti qui tutte le mamme mi ripetono che i loro bimbi sono sanissimi malgrado tutto. Non so.. vedremo! Per ora comunque ci divertiamo con le pozzanghere 😀

    Baci baci

  11. Ricordo una puntata dei Teletubbies, dove dei bambini inglesi giocavano tutti felici sotto la pioggia saltando nelle pozze d’acqua con gli stivali e gli impermeabili e il commento dei miei bimbi: “beati loro!”

  12. secondo me è un grande esempio, quello che hai a disposizione.. Attrezzarsi bene e mettersi in gioco!!! 🙂
    Tra l’altro sto cercando anche io i pantaloni da pioggia che tengano, non quelli finti che vendono da noi. Se trovi qualcosa on line, mi passi il link (sto girando adesso per quelli olandesi..)?? Un bacione!!!

  13. @Roberta
    Certo che qui da noi di pozzanghere non ne mancano di certo;-)

    @MammaC
    Per ora on line non ho trovato nulla di simile a quello che ho visto nei negozi di qui. Ho trovato le classiche tute da neve o le nostre mantelline da pioggia che pero’ sono troppo leggere per il nostro clima.
    Mi sa che mi buttero’ sul modello “palombaro zurighese” 😉
    Se trovo qualcosa on line comunque ti faccio sapere 😀
    Un bacione

  14. NKD è il nome di una catena di negozi tedeschi (sono sparsi in Germania, austria, svizzera e italia), le offerte di questo periodo, includono anche delle “tute da palombaro” come le chiama @PAOLA! :O) I prezzi sono davvero ma davvero bassi…c’è anche il sito on line, dove è possibile acquistare da casa.
    E’ un acquisto che dovrò fare per questo inverno, anche a Padova piove parecchio….e Ali, non è più così piccola da dover portare in giro ovetti e/o passeggini con una mano e con l’altra, borse e ombrello…questo sì, che è un vero deterrente per uscire con il mal tempo!! :O)
    Salutoni a tutte/i :O)

  15. Alla fine noi abbiamo preso questi
    http://www.sportxx.ch/g3.cms/s_page/500510/pageName/Produktliste/s_level/830640/s_product/4792.740
    con relativa giacca.
    Sono blu e gialli con striscette fosforescenti (piacevano a PF): cosi’ non mi perdo PF sotto la pioggia 😉
    Mi hanno consigliato la marca Rukka perchè mi dicono resistente e comoda.
    Tutte le impunture sono ricoperte da una specie di nastro isolante, i pantaloni hanno bottoni a clip laterali per regolare la larghezza (con o senza golf), le maniche della giacca hanno degli elastichini da tirare per regolare la larghezza, il cappello è un tutt’uno con la giacca…
    Sono soddisfatta.. ora speriamo che funzionino bene 😀

    Non ho trovato, pero’,negozi on line che vendano questa tuta… continuo la ricerca 🙂

    Baci baci

  16. ciao a tutti io sono appena tornata dalla svizzera abbiamo fatto un salto a zurigo perchè leggendo i tuoi racconti mi è venuta voglia di visitarla ma abbiam trovato un caldo esagerato……bellissima. un abbraccio al PF

  17. Ciao Maria Angela 🙂
    Questi ultimi 2 sono stati giorni splendidi: caldo, sole e un po’ di venticello fresco! Un sogno!! Oggi per esempio sono 35 gradi!!
    Spero che duri!
    Sono contenta che abbiate trovato bel tempo e Zurigo vi sia piaciuta.

    Un bacio

  18. Ah sí, ti posso garantire che dopo qualche anno di permamenza in queste latitudine ti sembrerá non solo normale ma anche necessario uscire non appena possibile….. io prendevo in giro mio marito che quando veniva a trovarmi in italia, si metteva i pantaloni corti appena si superavano i 18° ….. ma dopo 15 anni di Vienna, io vado alla ricerca del primo tiepido raggio di sole giá a febbraio, e ad ogni costo 😀

    In compenso PF imparerá che fred italiano ´ße diverso da freddo svizzero …. quello svizzero é proprio FREDDO!
    Vi auguro uno stupendo autunno e un inverno meraviglioso 😀

  19. In effetti sto notando su di me come si fa in fretta a cambiare prospettiva: ieri quando è uscito il sole ho esclamato “WOW! usciamo subito a fare un pic nic!” malgrado il prato ancora umido e un venticello fresco che metteva la pelle d’oca. 🙂

    Non oso pensare all’inverno! Sto andando in giro a scegliere indumenti adatti.
    Ho visto per PF (ma poi la usero’ io 😉 ) una sciarpa in pail che si trasforma in cappello e poi in passamontagna… Mi tentava!

    Voi cosa usate per difendervi dal freddo???

    Bacioni
    Uno stupendo autunno anche a voi

Rispondi a Roberta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting