A naso in su per Zurigo: un gioco per piccoli viaggiatori

Visitare una città è sempre emozionante e visitarla cercando i particolari più strani lo è ancora di più.

A volte si fa di necessità virtù ed è quello che è capitato a noi in questo caso. In questi giorni a Zurigo fa particolarmente freddo (siamo sotto zero anche di giorno 😥 ): andare in giro non è per niente piacevole e, così, nelle nostre passeggiate per passare da un posto all’altro, ci distraiamo con alcuni giochi. Tra quelli che piacciono di più a Piccolo Furfante (e che lo tengono più impegnato) ci sono: “cerca la macchina di color…” e “trova l’insegna più strana”.

Il primo gioco è ovvio: a turno nominiamo un colore e vince chi per primo vede una macchina di quel colore. Siamo riusciti a trovare macchine rosa, gialle e perfino arancioni 😀

Il secondo gioco ci viene particolarmente bene quando ci troviamo nel centro storico di Zurigo 😀 Nelle vie pedonali della città, strette e antiche, si trovano tanti piccoli negozi che espongono insegne davvero particolari. Il gioco consiste nel trovare quella più strana. Eccone alcune…

Le varianti di questo gioco sono molte: “cerca il campanile” oppure una versione tipicamente svizzera” trova la mucca sul tetto”! 🙂

LEGGI ANCHE

Ti potrebbero anche interessare...

15 commenti

  1. Ma ciao girelloni! Anche io e Marco abbiamo una versione personalissima di questo gioco, che adottiamo però nei viaggi in auto e camper: avvista la poiana!!!!!! Vince ovviamente chi ne vede di più, cioè sempre lui, forte dei suoi 12/10 per occhio sgrunt! E con un sistema simile scegliemmo quale auto acquistare tra le 2 che ci piacevano: tornavamo dalla Calabria e fino a casa registrammo quale delle 2 avessimo incontrato più volte (praticamente 2 malati di mente, data l’età!!!!!!!)
    Domani sono 38 settimane esatte e quindi ogni momento è ormai buono per l’arrivo della nostra piccolina: se rispetta la previsione della ginecologa, aspetteremo fino al sedici, se si attiene alla mia 12/13. Ora pesa 2,8 kg ed è già 48,3 cm (credo che le mie bellissime tutine 0 mesi le darò in beneficenza!). Sono piuttosto serena (incosciente): mi sembra solo così strano pensare che tra poco la vedremo……………
    Un bacio grande grande

  2. Ciao,
    e complimenti…per tutto… ti seguo da un po’ (anche su fb) ma non ho mai scritto…
    Questa dei giochi è una cosa che ultimamente mi impegna molto.
    Io ho due bimbi. Una di 6 e uno di quasi 3 e soprattutto in auto è un problema farli stare calmi e tranquilli e quindi via a giochi “visivi”.
    Abbiamo iniziato con i colori delle automobili. Ognuno sceglieva un colore e vinceva chi all’arrivo aveva contato più macchine di quel colore.
    Ultimamente giochiamo a chi vede più animali…di tutti i tipi e in tutti i modi…sui cartelloni pubblicitari, per strada, nelle insegne dei negozi ecc…

    Ciao Ciao
    Denise

  3. Ciao paola, prima di tutto scusa se è da un po che non partecipiamo ai venerdì del libro, ma abbiamo avuto problemini con la salute di Sofia….beh comunque non voglio annoiarti, presto però riprenderemo. Anche noi utilizziamo tanti giochi quando viaggiamo, e quella delle insegne in ferro battuto è davvero divertente la abbiamo utilizzata in austria e svizzera!!!a presto

  4. Ma dai! Anche io e Topastro giochiamo a chi vede prima l’auto di color rosso, giallo…. Un giochino nato da uno dei tanti cartoni animati moderni che fanno ripetere frasi e parole. Mi pare che sia nel cartone Umizumi. Milli dice sempre: quando vedi la gelateria, (aereo, conchiglia….),grida: gelateria, (aereo…)! E Topastro ha iniziato a dire, mentre eravamo in auto: quando vedi l’auto rossa, grida: rossa! Che belle le insegne di Zurigo!

  5. @Titti
    Ciao cara 😀 Che emozione! In qualità di zii e cuginetto adottivi siamo qui in trepidazione…
    Facci sapere mi raccomando e mandateci subito una fotina delal vostra meravigliosa principessa.
    Stai affrontando tutto nello spirito giusto: un po’ di incoscienza è proprio quello che ci vuole 😀

    Un bacione a voi due principesse e al papino Marco

  6. @Denise
    In effetti questi giochi sono un toccasana nei lunghi viaggi in macchina (in aereo, in nave, a piedi…) dopo un po’ le fiabe sonore e le canzoni dello Zecchino mi stavano uccidendo 😀
    Proveremo anche con gli animali. Il paesaggio svizzero offre molto, soprattutto in fatto di mucche, pecorelle e caprette 🙂

    @Maris
    Grazie cara 😀
    Come va da mamma bis? 🙂

    @Robertina
    Spero che state bene ora! Non preoccuparti per i Venerdì del libro: quando ci sei batti un colpo. Noi aspettiamo i tuoi interessanti sugegriemnti 🙂
    Le insegne sono davvero spettacolari. La prossima volta devo fotografarne di più!

    @Claudia
    Non conosco il cartone animato, mi sa che a PF potrebbe piacere 😀

    @Mammachegiochi
    Noi è da poco che lo facciamo perrchè di solito PF in macchina era ocupato a fare altro (come per esempio distruggere la macchina) e a piedi era più interessato a scappare via 😉 Però ora sembra che questi giochi lo prendano parecchio 😀

    @Sybille
    Un modo un po’ insolito, ma a misura di bimbo 😀

    Baci baci

  7. In attesa delle foto della piccolina, ti mando via mail quelle della sua cameretta: speriamo le piaccia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Rispondi a unideanellemani Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting