Venerdi’ del libro: Lo strano viaggio di un oggetto smarrito

Qualche tempo fa Kly di “Tutto per tutti” aveva recensito “Lo strano viaggio di un oggetto smarrito“. La storia mi aveva subito incuriosita e me l’ero segnata in lista con una marea di stelline ai lati, segno che appena avessi avuto tempo avrei dovuto acquistarlo. Come sempre tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare e cosi’ i mesi sono passati e il libro è rimasto li’ in libreria.

Ecco pero’ che qualche tempo fa Stefania di “Libri ed emozioni”  lo ripropone anche lei in termini entusiasti e questa volta non ho proprio resistito e sono corsa a comprarlo.

Devo ringraziare entrambe perchè è  davvero un libro molto bello.

Michele è un bambino felice e pieno di sogni, ma un giorno viene abbandonato dalla madre che prende un treno e parte, senza un perchè, lasciandolo solo con un padre deluso dalla vita e rabbioso.

Michele crescerà con la paura addosso, chiuso in un mondo con confini ristretti per proteggersi dall’amore e dalla sofferenza. Diventerà ferroviere come suo padre, non abbandonando mai la casa che lo ha visto felice, circondandosi di oggetti che le persone smarriscono in treno.

Un giorno pero’ Elena irrompe nella sua vita monotona e insieme lei ricompare anche il diario ragalato alla madre scomparsa.  La storia si dipanerà tra ricerche improbabili, scoperte sconvolgenti e sentimenti veri e genuini.

Un libro coinvolgente, ben scritto, per nulla banale e, malgrado tratti di argomenti pesanti, non è risultato opprimente.

Ve lo consiglio di cuore come hanno fatto Kly e Stefania prima di me.

Lo strano viaggio di un oggetto smarrito di S. Basile

Si rese conto di aver coltivato un senso di espiazione volontario, come se il costringersi a una vita vuota di emozioni e sapori, di qualunque tipo, fosse il prezzo da pagare per sopravvivere ma soprattutto per sotterrare ogni imprevisto futuro.

Lo strano viaggio di un oggetto smarrito di S. Basile

Non mi resta che augurarvi buon weekend ed aspettare i vostri suggerimenti! Eccoli:

Vi ricordo la nostra biblioteca “quelli del Venerdi’ del libro” su PINTEREST dove potrete archiviare e consultare i libri delle scorse settimane. (Qui trovate le istruzioni per farne parte). Giornalmente recuperero’ da questo archivio un libro che pubblichero’ sulla mia pagina Facebook!

Per semplificare l’accesso, ho creato una cartella qui a lato chiamata”Venerdi del libro” che rimanda direttamente alla nostra pagina. Piu’ facile di cosi’! Se qualcuno di voi, pur avendomi segnalato l’indirizzo, non fosse ancora stata invitata a Pinnare, me lo faccia sapere . A volte mi perdo in giro un po’ di pezzi. Scusate!

Chi vuole fare un tuffo nel passato invece, qui puo’ rileggere  tutti gli scorsi Venerdi’ del libro.

Vuoi partecipare al Venerdi’ del libro?

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. 

Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

Qui volesse puo’ archiviare i propri post anche sulla pagina Pinterest dedicata a questa iniziativa. Tutte le istruzioni per accedervi sono contenute qui.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Post di Paola Misesti

 

Related posts:

Ti potrebbero anche interessare...

8 commenti

  1. Considerato l’entusiasmo generale, mi sa che la tua proposta merita almeno un tentativo, ma non prima dell’autunno: al momento continuo il mio viaggio in Africa, presentando il primo romanzo della scrittrice che per prima mi ha portato alla scoperta di questo continente – sul quale davvero la mia ignoranza non ha limiti né confini a parte qualche nozione minimale con cui sbarco malamente il lunario lavorativo:

    http://ildiariodimurasaki.blogspot.it/2017/08/libisco-viola-chimamanda-ngozi-adichie.html

    Buone letture e buone vacanze a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting