Venerdi’ del libro: “Itmar e il capello magico”

La fantasia è come la marmellata, bisogna che sia spalmata su una solida fetta di pane.
Italo Calvino

Il libro di oggi è un libro un po’ speciale: magico, misterioso, divertente e tenero. Scelto in biblioteca tra tanti titoli possibili, ha catturato la nostra attenzione per vari motivi: la copertina, il titolo e l’autore. Di quest’ltimo potrete trovare qui un’interessante intervista. Del libro che dirvi altro? Nulla, se non di gustravi questo piccolo assaggio 😀

ITAMAR e il cappello magico – David Grossman

“Ti ho trasformato nel mio papà” dice Itamar. “Ma non quello di prima, sai. Ora tu sei il mio papà – per merito mio”

papà scopia a ridere: “Devi sapere, Itamar, che in realtà questa é gi° la seconda volta che mi trasformi in un papà”

“Come?” domanda Itamar, drizzandosi un poco sul letto, visto che per un momento, lì al buio, gli é sembrato che papà avesse un aspetto legegremnte scimmiesco.

“Perché finché non sei nato tu io ero una persona qualunque. Ma quando sei arrivato tu, in quel preciso momento sono diventato un papà”

 

Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

Buon week! Il nostro sarà tutto all’insegna di Halloween  :-D Chissà! Poi lunedi’ vi racconto!!!

Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

Continue Reading

Venerdì del libro: Nel paese dei mostri selvaggi

Quando hai paura di qualcosa, cerca di prenderne le misure e ti accorgerai che è poca cosa.

Luciano De Crescenzo

In vista di Halloween ecco un libro che ha entusiasmato Piccolo Furfante, già da quando era piccolissimo. Saranno  i buffi mostri o le monellate di Max ad attrarlo, sta di fatto che è un libro che ama ed ha amato molto. Ora volevamo vederlo in DVD… Chissà se avrà lo stesso effetto 🙂

Nel paese dei mostri selvaggi – Maurice Sendak

Quella sera Max si mise il costume da lupo e ne combino’ di tutti i colori e anche peggio.

La mamma gli grido’ “mostro Selvaggio!” e Max le rispose:”E io ti sbrano!”

Cosi’ fu cacciato a letto senza cena.

Nella camera di Max quella sera una foresta crebbe…

Ora attendo tutti i vostri suggerimenti 😀 Eccoli

Continue Reading

Venerdi’ del libro: “La circonferenza delle arance”

Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone.

John Steinbeck

Oggi volevo suggerirvi un libro piacevole e veloce da leggere. Un giallo simpatico, un libro non impegnativo ideale per chi vuole rilassarsi un po’ e staccare la spina per qualche ora:-D

Ecco qui allora…

La circonferenza delle arance – Gabriella Genisi

Sento le voci fuori dalla stanza, metto l’arancia nel cassetto e mi alzo ad aprire la porta intanto che lancio un’occhiata allo specchio perchè commissario si’, ma sempre femmina resto.

 

Settimana scorsa vi ho parlato dell’idea di Francesca , alias Mammadicorsa, di organizzare una staffetta di libri (in prestito) tra noi. Leggendo i vostri commenti mi è sembrato di capire che, malgrado l’idea piaccia molto, la questione del tempo da dedicarci è cruciale: purtroppo troppo poco per tutti   🙁 . Sto elaborando pero’ un’idea alternativa… è da una settimana che ci lavoro nei buchi di tempo. Spero di riuscire a concretizzarla al piu’ presto 😀 Vi terro’ aggiornati!

Ora aspetto, pero’, i vostri suggerimenti. Eccoli:

Continue Reading

Venerdi’ del libro: “L’albero delle fiabe”

Il libro non è un ente chiuso alla comunicazione: è una relazione, è un asse di innumerevoli relazioni.

Jorge Luis Borges

Oggi vi propongo un libro specialissimo per due motivi: il primo è che le storie in esso contenute sono meravigliose e a PF piacciono tantissimo; il secondo è che ci è stato dato in prestito da un’amica, Edyta di Flaviolandia, in occasione di un divertentissimo pic nic.

Il libro in questione è L’albero delle Fiabe di Roberto Piumini: un libro pieno di storie simpatiche e divertenti, lunghe al punto giusto e con fantastiche illustrazioni. Già Stefania di Libri ed Emozioni l’aveva recensito e mi ritrovo in ogni sua parola. Un libro della buona notte (cosi’  lo usiamo noi), ma non solo…

L’albero delle fiabe di Roberto Piumini

Dal racconto “La locomotiva felice”

Ed ecco che, un giorno, un’enorme gru si fermo’ accanto al binario morto dove stava la locomotiva, furono calate delle grosse catene, la locomotiva fu sollevata e caricata su un grandissimo camion, che lentamente, seguito dai bambini in bicicletta, la trasporto’ nel parco comunale. li fu depositata su un tratto di binari. Poi una squadra di operai delle ferrovie la puli’ e la luciso’ per far brillare i colori. Divento’ la locomotiva di tutti i bambini e non ci fu piu’ un giorno, nemmeno uno, in cui si senti’ sola e abbandonata.

 

Questo libro, prestatoci da Edyta, mi offre anche lo spunto per parlarvi di un’idea avuta da Francesca , alias Mammadicorsa, che qualche giorno fa mi ha scritto proponendomi una “catena di prestiti“. Un sorta di biblioteca virtuale, ma neanche tanto! 😀

Francesca proponeva di passarci di mano in mano i nostri libri in questo modo “mettere a disposizione un libro per farlo leggere a qualcun’altro  e  poi riaverlo indietro”.

Vi confesso che il mio tempo è poco per seguire il tutto, la mia biblioteca zurighese ancora in fase di allestimento, e  il fatto di abitare a Zurigo complica un po’ le cose (le spedizioni internazionali ahimè costano!), ma volevo sentire anche il vostro parere. Che ne dite? Mi è venuta in mente anche un’alternativa piu’ semplice e facile da gestire, ma prima volevo sentire cosa ne pensavate. 🙂

Ora, pero’, aspetto con ansia i vostri libri! Eccoli:

Continue Reading

Venerdi’ del libro: “”L’apparenza inganna”

Qualche post fa vi ho raccontato di come qui i bimbi vadano a scuola da soli in tutta sicurezza, una dei motivi pero’ che mi fermano da lasciare andare da solo PF sono i possibili “brutti” incontri che potrebbe fare per strada.

I primi giorni di scuola, le maestre di PF avevano telefonato ad ogni famiglia per avvisare i genitori di accompagnare i bimbi per qualche giorno perché un uomo aveva infastidito una bimba durante la sua “passeggiata”  in solitaria verso la scuola. Questa notizia ha naturalmente accresciuto i miei timori, facendoci prendere la decisione di rimandare a “piu’ tardi” il momento della completa autonomia stradale di PF.

Volendo comunque spiegargli, senza spaventarlo, cosa era accaduto e come comportarsi con gli estranei sono andata a ripescare un libro che era rimasto da un po’ sullo scaffale senza essere letto . Voglio suggerirvelo perché l’ho trovato molto utile per affrontare questo argomento in modo semplice e chiaro. Quindi il libro di questo Venerdi’ é:

L’apparenza inganna – Stan & Jan Berenstain

“Sai tuo padre ha ragione: non devi parlare con gli sconosciuti, accettare regali o farti portare in posti che non conosci…

Ma – continua Mamma Orsa – questo non significa che tutti gli sconosciuti siano cattivi. Anzi, é probabile che oggi nel parco ci fossero solo brave persone che non farebbero male a una mosca. Il guaio è… beh, é come con le mele: in ogni cassetta ce ne sono un paio marce! Lo  stesso vale per gli sconosciuti: i piccoli orsetti devono stare attenti proprio a causa di quelle poche “mele marce”…

Aspetto con ansia i vostri suggerimenti per questo weekend. Eccoli:

     

    Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

    Buon fine settimana a tutti ! 😀

    Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

    Ecco come fare:

    Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

    Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

    Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

    Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

    Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

    Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

    Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

     

    Continue Reading

    Venerdi’ del libro: “Nato da un aquilone bianco”

    Il bambino chiama la mamma e domanda:
    “Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?”
    La mamma ascolta, piange e sorride mentre stringe al petto il suo bambino.
    “Eri un desiderio dentro al cuore.”

    Marcel Proust

    Oggi vi suggerisco un libro che  mi è piaciuto molto, non tanto perchè parla di adozione ma perchè parla della vita, di essere madri e figli, di essere padri e fratelli, di gelosia, paure, amore.

    Nato da un aquilone – Rosangela Percoco

    La tentazione è quello di leggerlo tutto in un fiato (il libro si presta molto), ma vi consiglio di gustarvelo pian pianino e di assaporare le riflessioni dell’autrice.

    Nella pesentazione si dice che l’autrice lo abbia scritto pensando di regalarlo la figlio per raccontagli la sua storia. Non so se questo sia vero (a volte il testo sembra troppo studiato), quello che so è che alcuni passaggi mi hanno davvero toccato le corde del cuore. Proprio come questo:

    “Essere presenti, sempre, ogni volta che la vita ci fa una domanda, ci dà una risposta o ci mette alla prova, è una cosa troppo importante per poterci rinunciare. Non scappare mai da quello che fai, anche quello che fai non ti piace o non ti somiglia. Prima di cercare le attenuanti fuori da te, scopri le ragioni che ti stanno dentro. Coltiva e manda avanti la tua parte migliore, ma non disconoscere la parte peggiore: una persona che non sta in contatto con la sua parte animale diventa un animale in gabbia.”

    Ora aspetto i vostri consigli! Eccoli, magnifici come sempre…

    Continue Reading

    Il Venerdi’ del libro: “Nati due volte”

    Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell’animo nostro.
    Epicuro

    Il libro di oggi era stato proposto già da qualcuna di voi. E’ rimasto prima sulla mia lista dei desideri e poi sullo scaffale della mia biblioteca per un sacco di tempo: lo guardavo, lo prendevo in mano e poi lo rimettevo a posto. Mi sembrava un libro troppo forte per me.

    L’altra sera mi sono fatta coraggio ed ho iniziato a leggerlo, ripromettendomi “Leggo solo 2 righe e poi lo rimetto sullo scaffale ” Sorpresa: l’ho letto in una notte (la mattina dopo ero un pochettino stravolta dalla stanchezza :roll:).

    E’ un libro che prende il cuore, è vero, ma è anche un libro schietto, pieno di forza e speranza. Molte riflessioni sulla natura umana, sui rapporti di coppia, sulle relazioni mi hanno fatto pensare, a volte mi hanno inchiodato al muro.

    E cosi’ oggi vi suggerisco di leggere…

    Nati due volte di Giuseppe Pontiggia

    Noi siamo abituati al male. Il male conferma la nostra superiorità o conforta la nostra debolezza. Ci è cosi’ familiare che il bene ci sconcerta e cerchiamo di ridurlo a male, commutandolo di segno e assimilandolo ai modelli negativi che ci sono noti.

    (…) Il male – contrariamente a quanto si pensa – è rassicurante, lo veneriamo nei mostri, giustifica le vendette, mobilita le difese, rafforza la durezza del cuore. Il bene è un esempio inimitabile (vogliamo confrontarlo con il male?), supera fossati e mura che approntiamo contro il nemico, elude gli infiniti cavilli della intelligenza, disorienta l’astuzia perchè la ignora, è disarmato e semplice. Il male ci incuriosisce e ci eccita, stimola l’investigazione, si cela nell’ultima stanza, quella del segreto infame. Il bene apre le porte, non nasconde nulla, si apparta solamente per non farsi notare. Il male promette misteri, il bene è un mistero luminoso, una presenza inaccettabile

    Ora sono curiosa di scoprire tutti i vostri suggerimenti per questo fine settimana 😀 Eccoli:

    Continue Reading

    Il venerdi’ del libro: “I cento sensi segreti” e “La nave dei pirati”

    Ci sono due modi di vivere la tua vita. Una e’ pensare che niente e’ un miracolo. L’altra e’ pensare che ogni cosa e’ un miracolo

    Albert Einstein

    Oggi vi propongo un libro sulla fiducia: ho incominciato a leggerlo, ma non sono riuscita a ancora a finirlo per mancanza di tempo. Mi prende molto, ma la sera cado sfinita sul letto e non riesco a prenderlo in mano… ARGH! La vecchiaia avanza inesorabile 🙂

    Spero proprio che il finale meriti quanto tutta la parte di libro che ho letto finora. Le premesse ci sono tutte 🙂

     

    I cento sensi segreti – Amy Tan

    Mia sorella Kwan ü convinta di avere occhi yin. Vede coloro che sono morti e che ora abitano nel mondo yin, spiriti che lasciano le nebbie solo per far visita alla sua cucina di Balboa Street a San Francisco.

     

    Piccolo Furfante,invece, vi consiglia un libro che diventa anche un gioco da costruire:

     

    La nave dei pirati – Brian Lee

    Olà, miei prodi, fermate la nave! Ehi, tu, vuoi scoprire un po’ di cose sui pirati? Vieni qui vicino a me e ti racontero’ qualche storiella. sono il capitano Dente di Squalo e questa è la mia nave a vele quadre, la Ghigno nero.

     

    Ora aspettiamo con ansia i vostri suggerimenti 😀 Eccoli…

    Continue Reading

    Venerdi’ del libro: “Una vita in prestito” e “Il piu’ bel regalo del mondo”

    Se c’è un peccato contro la vita, è forse non tanto disperarne, quanto sperare in un’altra vita, e sottrarsi all’implacabile grandezza di questa.

    Albert Camus

    Dopo alcuni libri “pesanti” ecco finalmente un libro “leggero leggero”, piacevole e senza grosse pretese: ideale per rilassarsi senza togliersi il gusto di pensare un po’ alla propria vita 😉

    Piccolo Furfante invece vi consiglia un libro che parla di uno dei suoi eroi: l’elefante Babar 😀

    Una vita in prestito – Jane Green

    Sotto molti aspetti, la storia che sto pr raccontarvi non è affatto una bella favoletta. Direi anzi che si tratta di vita reale, nel senso di come tutti noi pensiamo di sapere con esattezza che cosa ci serva per essere felici, che cosa ci assicurerà il nostro personale lieto fine, quando invece la vita di rado prende la via che ci aspettiamo, cosicchè nel nostro lieto fine s’infiltra ogni sorta di inatteso colpo di scena, modificandolo nei modi piu’ bizzarri. Per non parlare del fatto che il nostro paradiso privato a un altro possa sembrare l’inferno. O viceversa…

    Babar racconta “Il piu’ bel regalo del mondo”

    Quel che conta in un regalo è l’intenzione. Non importa il suo valore, quanto l’affetto e l’impregno nel farlo. Conclusione: non accapigliarsi per scegliere un regalo.

    Ora aspetto, come sempre, i vostri suggerimenti 😉 Eccoli:

    Qui trovate tutti i libri degli scorsi Venerdi’ del libro

    Buon inizio settembre e buon fine settimana a tutti voi!

    Vuoi partecipare anche tu ai Venerdì del libro?

    Ecco come fare:

    Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

    Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

    Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno.

    Chi partecipa puo’ scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post.

    Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

    Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

    Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice

    Continue Reading

    Venerdi’ del libro: “La bambina di sabbia” e “Il libro del DOVE”

    Tutto nel mondo sta dando risposte, quel che tarda è il tempo delle domande.
    Josè Saramago

    Oggi vi propongo due libri pieni di domande. Al primo, forte e duro da far restare senza fiato, bisogna avvicinarsi con cautela e con lo spirito giusto, pronti ad affrontare sia la disperazione, ma anche l’amore e la speranza. Un libro pieno di domande che cercano ancora risposte.

    Il secondo è un libro che hanno regalato a Piccolo Furfante per il suo compleanno. Un libro che pernsavo non adatto alla sua età e che invece lo ha preso molto. Lo tiene a portata di mano per sfogliarlo e riempirmi di dimande.

    La bambina di sabbia – Bashir Halima

    Vieni qui, amore mio,

    ho un sorriso per te…

    La canto e sono di nuovo in Africa, circondata dal calore e dalla protezione della mia famiglia. la canto e sono di nuovo con la mia tribu’, gli zaghawa, un fiero popolo guerriero di africani neri, i piu’ generosi e ospitali nei confronti degli stranieri. Torno al mio villaggio, nella calda e fragrante aria secca del deserto; sono una bambina e indosso solo polvere e felicità, e la mia vita è splendida sotto ogni aspetto.

    Sono casa mia, con la mia famiglia e la mia gente, nel Darfur.

     

    Il libro del DOVE -Touring Junior

    Dove si trova il castello di Dracula? E dove è nata la pizza? E i jeans? E il surf? Dove vivono i pigmei? E dov’era l’Eldorado?

    Dove trovare risposta a tutte queste domande e a queste curiosità? … nel libro del DOVE!

     

    Aspetto con ansia i vostri suggerimenti! Eccoli:

    Continue Reading