Venerdì del libro: “L’orribile Karma della formica” e “Il camaleonte variopinto”

Il segreto dell’esistenza umana non sta soltanto nel vivere, ma anche nel sapere per che cosa si vive. Dostoevskij

Oggi vi voglio suggerire un libro un po’ particolare. Quando ho iniziato a leggerlo il mio primo desiderio è stato quello di buttarlo in pattumiera, ma dato che ero curiosa di capire perchè alcune amiche me lo avevano consigliato ho rigettato l’impulso e sono andata avanti. Con mia grande sorpresa dopo i primi capitoli 😯 , mi sono ritrovata sempre più presa dalla trama, mi sono scoperta a sorridere e a non vedere l’ora di leggere il finale.

E’ un libro leggero, ma non troppo…

L’orribile Karma della formica – David Safier

Il giorno in cui morii non fu affatto divertente. E non solo a causa della mia morte. A voler essere precisi, in effetti, l’evento si conquistò appena il sesto posto nella classifica dei momenti spiacevoli di quella giornata.

 

… e per rimanere in tema di “trasformazioni”…

Il camaleonte variopinto – Eric Carle

Un giorno il camaleonte si arrampicò sull’alto di una collina e dietro la collina scorse uno zoo. Non aveva mai visto tanti animali così belli!

Adesso il camaleonte non voleva più essere un camaleonte e disse “Mi piacerebbe essere un orso bianco!” e diventò un orso bianco… almeno in parte.

 

Buon fine settimana che sia allegro, variopinto e favorevole al vostro Karma positivo! 😉

Continue Reading

Un Venerdì del libro…infuocato

Ieri avevo già preparato il mio bel post del Venerdì ma, a causa dei vari problemi tecnici di Aruba, è saltato   😥

Per consolarmi mi sono regalata una giornata a Kulturama, un piccolo ma spettacolare museo di Zurigo 😀

Così questo Venerdì (che poi è sabato) vi passo il testimone e lascio tutto il post ai vostri, sempre splendidi, suggerimenti

Continue Reading

Venerdì del libro:”Dio spiegato a mio figlio”, “101 storie zen” e…

Questo Venerdì, sarà per la Pasqua ormai vicina, mi sento un po’ spirituale e così i miei libri assecondano questo mio stato d’animo:

“Dio spiegato a mio figlio” – Shafique Keshavjee

Di grazia non fate recitare ai vostri bambini queste formule tutte costruite, prima di aver tentato di condurli ad un Dio vivente, a un Dio che è in loro, a un Dio che è una sorgente che sgorga nella vita eterna. A un Dio che è il loro spazio, la loro luce e la loro gioia. Dio è un segreto d’amore e non lo si può conoscere che per mezzo dell’amore. M. Zundel, Silenzio, parole di vita

101 Storie Zen – Nyogen Senzaki e Paul Reps

…Quando si presenta un’occasione non lasciartela scappare, ma prima di agire pensaci due volte. Non rimpiangere il passato. Guarda il futuro. Abbi l’atteggiamento intrepido di un eroe e il cuore tenero di un bambino.


L’arte della felicità – Daila Lama con Howard C. Cutler

Riflettiamo dunque su ciò che ha davvero importanza nella vita, su ciò che le dà significato, e fissiamo le nostre priorità di conseguenza. Lo scopo della nostra esistenza dev’essere positivo. Non siamo nati per provocare guai e nuocere agli altri. Perchè la vita abbia valore, credo che dobbiamo sviluppare le principali qualità positive: calore umano, gentilezza, compassione.

La malattia mortale – Kierkegaard

La disperazione è una malattia nello spirito, nell’io, e così può essere triplice: disperatamente non essere consapevole di avere un io (disperazione in senso improprio); disperatamente non voler essere se stesso; disperatamente voler essere se stesso.

 

Ecco i vostri suggerimenti per questo fine settimana:

Continue Reading

Venerdì del libro: “La testa ben fatta”

“È meglio una testa ben fatta che una testa ben piena”.

Michel De Montaigne

Oggi vi voglio parlare di un libro davvero speciale che va gustato, assaporato a piccole dosi, letto e riletto. Un libro che amo sfogliare, che adoro citare nei corsi che tengo, che mi è utile rileggere quando sono demotivata nel mio lavoro. Il libro in questione è:

La testa ben fatta di Edgar Morin

… L’intelligenza che non sa che separare, rompe la complessità del mondo in frammenti disgiunti, fraziona i problemi, rende unidimensionale quello che è multidimensionale. Lei atrofizza le possibilità di comprensione e di riflessione, anche eliminando le possibilità di una critica correttiva o di una visione a lungo termine.
Un’intelligenza incapace di considerare il contesto e il complesso planetario, rende ciechi, incoscienti e irresponsabili.

Ora aspetto con ansia i vostri suggerimenti! 😀 Eccoli:

Continue Reading

Venerdì del libro: “Gourmet” e “Le prime leggendarie imprese di Topolino Kid”

Questo venerdì voglio presentarvi dei libri un po’ particolari: “dei romanzi a fumetti”. Il fumetto è un genere che ho amato molto, ma che da un po’ ho abbandonato e che grazie ad un regalo di mio fratello (Zio Ste’) ho recentemente riscoperto. Piccolo Furfante lo apprezza già parecchio, soprattutto i vecchi Topolino di Papà Ema datati 1970 😀 ben rappresentati dal libro che vi presento oggi.

Se sottovalutate il genere, ecco cosa afferma Rodari riguardo al  valore del fumetto per i bambini:

L’intero corso della storia è da ricostruire nell’immaginazione, combinando le indicazioni fornite dalla didascalie con quelle dei digloghi e dei rumori, con quelle del disegno e del colore, riunendo mentalmente in un filo continuo fili spezzati di cui consta la sceneggiatura, la cui trama rimane invisibile per lunghi tratti. E’ il  lettore che da’ un senso al tutto: ai caratteri dei personaggi, che non sono descritti ma mostrati in azione; ai loro rapporti, che risultano dall’azione e dai suoi sviluppi; all’azione stessa, che gli si svela solo per salti e frammenti.

Per un bambino di sei-sette anni mi sembra un lavoro sufficientemente impegnativo, ricco di operazioni logiche e fantastiche (…) La sua immaginazione non assiste passiva, ma è sollecitata a prendere posizione, ad analizzare e sintetizzare, classificare e decidere.

Gianni Rodari – Grammatica della fantasia

Certo io di anni ne ho più di sette ;-), ma una ventata di giovinezza non guasta mai 😆

Ecco allora le miei proposte:


Continue Reading

Venerdì del libro: “Vieni via con me”

Nel periodo in cui io e Papà Ema dovevamo decidere se trasferirci o meno a Zurigo trasmettevano alla televisione Saviano e i suoi monologhi.

Inutile dire che “Vieni via con me” rimarrà per noi la trasmissione che ci ricorderà la grande svolta della nostra vita. Quando, settimana scorsa, ho visto il libro in libreria non ho resistito e l’ho subito acquistato: ora troneggia nella nostra nuovissima libreria zurighese 😀

Questo Venerdì dedico il libro a tutti voi, perchè l’importante non è partire o restare ma è essere coscienti che la scelta è nelle nostre mani…

“A ogni racconto avevo la sensazione che il pubblico smettesse di essere pubblico e si sentisse cittadino. Non più  solo spettatori, ciscuno isolato nella propria stanza, in platea o davanti al computer. Non più portando con sè, da soli, lo sconforto di una storia triste o l’energia vitale di una bella storia. Avevamo la sensazione che qualcosa si muovesse, che ci fosse voglia di capire e di agire, di essere nelle cose”

“Mi hanno sempre colpito le domande che mi fanno all’estero.Ma com’è possibile che le parole rappresentino un pericolo per le organizzazioni criminali? Non è tutto esagerato? Come può un uomo fragile come lei fare paura ai clan? Ma a fare paura non è l’uomo che scrive, sono le tante persone che ascoltano, gli occhi che leggono una storia, le tante lingue che la racconteranno. La parola diventa premessa dell’azione e in molti casi essa stessa azione”

Roberto Saviano

Aspetto con ansia di leggere i vostri suggerimenti

Eccoli puntuali 😀

Ecco tutti i libri degli scorsi Venerdì

Buon fine settimana e buon Pesce d’Aprile a tutti voi!

LEGGI ANCHE...

Continue Reading

Venerdì del libro… alla scoperta della Famiglia Orsetti

La famiglia è un collegamento con il nostro passato e un ponte verso il nostro futuro.

A. Haley

Buon Venerdì a tutti!

Oggi volevo parlarvi dei libri della Famiglia Orsetti. Noi li conosciamo in inglese come la collana de  The Berenstain Bears. Abbiamo un sacco di libretti che abbiamo preso in America soprattutto nell’ultimo nostro viaggio. Piccolo Furfante  ne va matto 😀

Da qualche tempo riesco a trovare questi libretti anche in italiano nella  libreria del supermercato . La traduzione sembra rendere più serie le storie e gli stessi titoli sono meno simpatici di quelli in inglese, comunque sia piacciono ugualmente a PF.

Sono libri che raccontano la vita di una famiglia normale (ad eccezione del fatto che si tratta di orsetti 😉 ) con problemi da risolvere, dove ci sono bambini (‘ops orsetti) che non fanno i compiti o che si lamentano di avere pochi giochi o che lasciano la camera in disordine (suscitando le ire della mamma-invasata 😉 ) o che non vogliano lavarsi i denti o che hanno paura di fare uno spettacolo a scuola o che sono gelosi della sorellina appena nata…

Storie semplici con lieto fine 😀

Ieri ne ho acquistati un mare da portare con noi a Zurigo, grazie anche al fatto che c’era lo sconto al 50%. 😯

D’altronde dobbiamo assolutamente crearci la nostra libreria zurighese! 😉

Ecco qui allora i libri di oggi (per par condicio ne metto 2 in inglese e 2 in italiano):

The Berenstain Bears and the Messy Room

“The first thing we have to do is get rid of all this junk!” she said

“JUNK!” said Brother and Sister, watching in horror as Mama began to throw things into the box


The Berenstain Bears and Baby Makes Five

When Mama saw it, she knew there was trouble afoot. “Dear”, she asked, “why didn’t you put your new baby sister in the picture?”

“Becaus e” snarled Sister “ther wasn’t enough room on the paper!”

La Famiglia Orsetti – Evviva la natura

Gli orsetti sanno di non poter risolvere tutti i problemi d’inquinamento, ma il club “Terra pulita” è un ottimo inizio. Il Giorno delle Terra Pulita Orsetto e Orsetta marciano per le strade insieme ai loro amici e al professor De Orsolis

 

La Famiglia Orsetti – L’apparenza inganna

“Sai tuo padre ha ragione: non devi parlare con gli sconosciuti, accettare regali o farti portare in posti che non conosci… Ma – continua mamma Orsa – questo non significa che tutti gli sconosciuti siano cattivi. Anzi, è probabile che oggi nel parco ci fossero solo brave persone che non farebbero male a una mosca. Il guaio è…bè, è come con le mele: in ogni cassetta ce ne sono un paio marce! Lo stesso vale per gli sconosciuti: i piccoli orsetti devono stare attenti proprio a causa di quelle poche “mele marce”…

Ecco tutti i vostri suggerimenti:

Ecco tutti i libri degli scorsi Venerdì.

Oggi per noi è una giornata speciale: nel pomeriggio io e Piccolo Furfante andremo a ricongiungerci – oltralpe – con l’altra metà della nostra famiglia  😉 Aspettaci papà Ema, stiamo arrivando!! Bruuuum bruuummmm

Buon fine settimana e buone letture!

LEGGI ANCHE…

Continue Reading

Venerdì del libro: libri per Papà… ma non solo!

Un cuore di padre è il capolavoro della natura.

Abbé Prévost

Ecco i libri di questo fine settimana dedicato a tutti i Papà:

Etica per un figlio – Fernando Savater

Quando siamo piccoli, immaturi e sappiamo poco della vita e della realtà, sono sufficienti l’obbedienza, la routine e il capriccetto. Ma questo perchè ancora dipendiamo da qualcuno, siamo in mano a qualcun altro che ci protegge. Poi bisogna diventare adulti, cioè capaci di inventare in un certo senso la propria vita e non semplicemente di vivere quella che altri hanno inventato per noi

Educazione e Libertà – Marcello Bernardi

Gli adulti dimenticano che il mestiere del bimbo è andare verso il mondo e il loro è aiutarlo ad andarci

Intelligenza emotiva per un figlio – John Gottman e Joan De Claire

La chiave per essere genitori di successo non si trova in teorie complesse, in regole familiari elaborate o in contorte formule comportamentali. Essa si trova nei sentimenti più profondi di amore e di affetto per i figli e si dimostra semplicemente attraverso l’empatia e la comprensione. Una buona educazione dei figli comincia nel cuore dei genitori, e poi continua, momento per momento, nello stare vicini ai figli quando la tensione emotiva cresce, quando essi sono tristi, arrabbiati o spaventati. L’essenza dell’essere genitori consiste nell’esserci in un modo particolare, quando esserci conta davvero.

Genitori Felici – Lidia Piatti

I nostri figli ci guardano vivere e imparano da noi, dalle nostre azioni, più che dalle “prediche”, dai rimproveri, dai lamenti, dalle suppliche e dagli ordini… per quanto ricorrenti essi siano. Imparano imitando comportamenti, gesti, sguardi, parole, toni, silenzi (…) Ma è anch vero che è educandoli che noi arricchiamo noi stessi e cresciamo con loro. Un motivo in più per essere grati ai figli, che “avendoci resi genitori” ci hanno coinvolto in questa avventura dell’educare educandoci!

Vediamo un po’ che libri state leggendo:

Ecco tutti i libri degli scorsi Venerdì

Buon fine settimana a tutti… soprattutto ai Papà! 😀

LEGGI ANCHE…

 

Partecipare ai Venerdì del libro è semplicissimo.

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio :roll: ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno. :-)

Le partecipanti possono scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post, ma questa è una scelta individuale.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Continue Reading

Venerdì del libro: “A modo loro” e “Sebastiano”

Esistono discipline che si studiano semplicemente per il desiderio di conoscere cose nuove; altre per apprendere a fare qualcosa o a utilizzare qualche strumento; e la maggior parte servono per trovare lavoro e guadagnarsi la vita. Ma di tutti questi studi si può tranquillamente fare a meno se uno non è portato per curiosità naturale o costretto da qualche necessità a dedicarcisi.

Fernando Savater

Ecco i libri di questa settimana:

A modo loro. Valorizzare le intelligenze multiple nel bambino – T. Armstrong

Date a vostro figlio infinite possibilità di divertimento. La lettura, la scrittura, la matematica e altre attività astratte spingono i bambini fuori dal giardino dell’infanzia con le sue gare spensierate, la sua meravigliosa vita creativa e i suoi giochi spontanei… Laciate che siano essi stessi a scegliere ma negli ambienti e con gli strumenti più consoni: campi da gioco, esperienze a contatto con la natura, strumenti per le attività artistiche, pupazzi e costumi, giocattoli e giochi di ogni genere.

 

Sebastiano – Rosy Gadda Conti

Che tipo strano Sebastiano! Gli succede sempre di voler bene alle cose più insolite.

Una volta durante una nevicata, un fiocco di neve cadde proprio sulla sua mano

Che Meraviglia! esclamò Sebastiano mentre già sentiva di volergli bene

Ecco  vostri suggerimenti di questo Venerdì:

Buon Venerdì e buon fine settimana a tutti!

Noi lo passeremo il weekend a festeggiare il Carnevale 😀 … sempre che io riesca a finire il mio costume in tempo 🙂

Ecco tutti i libri degli scorsi Venerdì

LEGGI ANCHE…

Partecipare ai Venerdì del libro è semplicissimo.

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio :roll: ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno. :-)

Le partecipanti possono scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post, ma questa è una scelta individuale.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

 

Continue Reading

Venerdì del libro: “Gulliver a Lilliput” e “Aladino e la lampada magica”

La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.

Gianni Rodari

Oggi vi presento due libricini piccoli piccoli, ma speciali speciali:

Gulliver a Lilliput- Edizioni La Coccinella

Dopo un sonno profondo, Gulliver fu svegliato

dalla luce del sole… ma era tutto legato!

Armati di arco e frecce, tanti piccoli omini

gli giravano intorno con risa e gridolini

 

Aladino e la lampada Magica – Edizioni La Coccinella

Il povero Aladino, spaventato, si guarda intorno e resta senza fiato!

E’ in un giardino tutto scintillante tra casse d’oro e frutti di diamante,

e dalla lampada che lui ha afferrato

è uscito un Genio altissimo e fatato!

Aspetto con ansia tutti i vostri “favolosi”  suggerimenti di oggi! Eccoli:

Ed ecco qui tutti i libri degli scorsi Venerdì del libro.

Che il vostro weekend sia una favola! 😀

LEGGI ANCHE…

Partecipare ai Venerdì del libro è semplicissimo.

Ecco come fare:

Basta postare di venerdì – sul proprio blog o lasciare un commento su HomeMadeMamma – i libri che si vogliono suggerire ai lettori per il weekend. Possono essere uno o più, su qualsiasi argomento e per qualsiasi target.

Anche il modo in cui proporli è a discrezione dei partecipanti: mettere citazioni, raccontare aneddoti, fare semplicemente una lista, inserire foto…

Invito chi partecipa a lasciarmi un commento nell’articolo del giorno, in modo da poter inserire tutti i link dei partecipanti della settimana nel mio post. Non sono sempre collegata (e sono imbranata di mio :roll: ) e ora che vado avanti indietro dalla Svizzera all’Italia ho sempre paura di dimenticarmi qualcuno. :-)

Le partecipanti possono scegliere o meno di inserire i partecipanti della settimana nel proprio post, ma questa è una scelta individuale.

Non ci sono banner da inserire, obblighi di sorta o email a cui rispondere . Si partecipa quando e come si vuole.

Lo scopo dell’iniziativa, infatti, rispecchia lo spirito con cui nasce HomeMadeMamma: far circolare informazioni utili e voglia di fare (in questo caso di leggere) in tutta libertà.

Vuoi essere dei nostri? Benvenuto! Come vedi partecipare è semplice!

Continue Reading