Mainau: una gita all’isola dei fiori

Vi piacciono i fiori? Adorate visitare i parchi e passare una domenica all’aperto? I vostri bambini sognano un parco giochi dove andare in zattera e arrampicarsi? L’isola di Mainau fa al caso vostro.

In Germania, sul lago di Costanza si trova una bellissima isola, interamente pedonale che è stata trasformata in uno splendido parco…

Qualche domenica fa, abbiamo deciso di visitarla: era una giornata con un tempo un po’ ballerino, ma ne è valsa davvero la pena.

L’isola è interamente pedonale e vi si accede da un ponte che la collega con la terraferma.

Vi consiglio di prendervi un’intera giornata per visitarla: non ve ne pentirete.

L’isola non è altro che un enorme parco pensato per il divertimento di grandi e piccini.

Subito dopo l’ingresso troverete il parco giochi piu’ bello che abbia mai visto, tutto in legno. A attendervi ci sarà un laghetto che i bimbi potranno attraversare in zattera, su un ponte mobile o piu’ facilmente con un semplicissimo ponte di legno. E poi tanti giochi per arrampicarsi, saltare, giocare con la sabbia, dondolarsi, nascondersi e giocare con la voce… Insomma: un paradiso.

Noi abbiamo fatto l’errore di fermarci subito li’ e portare via Piccolo Furfante per visitare il resto del parco è stato davvero difficile. Fortunatamente poco lontano c’è la fattoria dove è possibile cavalcare pony e dare da mangiare alle caprette, cosi’  siamo riusciti in qualche modo a convincerlo.

Dopo la fattoria è stata la volta della visita alla casa delle farfalle. Un grande padiglione in cui è possibile ammirare splendidi esemplari di farfalle. Dato che le farfalle svolazzano libere ed indisturbate, sono di grandi dimensioni, e si appoggiano su spalle e vestiti, consiglio la visita a chi non ha paura degli insetti. Io, purtroppo, ho resistito dentro il padiglione circa 3 nanosecondi: quando mi sono vista una farfalla di circa 10 cm sulla spalla, ho cacciato un urlo e me ne sono andata 🙁 Piccolo Furfante e Papà Ema invece si sono divertiti un sacco 😀

Se pensate che la visita all’isola si possa dire conclusa, vi sbagliate! Vi rimane da scoprire tutto l’immenso e splendido parco con i suoi fiori, il suo castello, le sue serre, le sue fontane, i suoi paesaggi mozzafiato…

Piccolo Furfante inoltre ha potuto scoprire alberi giganti,  osservare un tronco d’albero fossilizzato, nascondersi tra labirinti di piante e correre, correre, correre indisturbato.

La giornata è volata e, malgrado il tempo un po’ ballerino, ci siamo divertiti un sacco. Questa gita ve la consiglio di cuore!

Su questo sito trovate tutte le informazioni sull’isola e qui invece alcuni miei consigli che potrebbero esservi utili:

  • E’ possibile accedere al parco sia in auto che in battello. Noi siamo venuti in automobile (c’è un grande parcheggio comodo ed economico proprio attaccato al parco), ma ci hanno consigliato di provare la gita in battello. Sarà per la prossima volta 😀
  • All’interno del parco troverete bar e ristoranti e zone pic nic. Noi abbiamo provato solo i bar: sono ben forniti e relativamente a buon mercato. Immagino che il ristorante sia allo stesso livello
  • Portate un cambio completo per i bambini. Il laghetto del parco giochi è una bella tentazione e nel tempo in cui siamo stati li’ abbiamo visto un sacco di bimbi lavati dalla testa ai piedi
  • Il parco giochi è diviso in due parti: una per bimbi piccoli (molto piccoli)  e una per bambini piu’ grandi
  • Se i vostri bimbini non amano camminare all’ingresso sono a disposizione dei passeggini. Quando siamo arrivati noi pero’ erano già finiti per cui vi conisiglio di attrezzarvi: il parco è grande e sarebbe un peccato non visitarlo tutto. L’intero percorso è pensato  sia per l’uso di sedie a rotelle che per passeggini per cui non rischiate di rimanere “intrappolati” o trovare zone off limits.

Che dire d’altro! Buon divertimento e non dimenticatevi la macchina fotografica! 😀

 

Ti potrebbero anche interessare...

12 commenti

  1. Fantastico, dobbiamo andarci. Ma come li trovi tutti questi posti bellissimi? (Noi al lago di Costanza siamo andati ma non sapevamo di questa “giunglisola”)
    Volevo chiederti qual’è la scuola di tedesco che hai fatto/stai facendo e se ti sembra buona. Me l’avevi già scritto ma ho perso l’informazione. Qui si studia per uno pseudo esame, ma senza parlare più di tanto (conosco troppi Italiani e vivo sempre con i bambini) quindi sono un po’ indietro rispetto a figli e marito e cerco scuole con orari compatibili ai miei.
    Grazie ciao

  2. @Monica
    solo due parole: Vi aspettiamo ;-D

    @Gaia
    Non parlarmi del mio tedesco che è meglio… Sono indietro da matti!
    Fino a fine febbraio ho seguito In Lingua (in centro a Zurigo): comoda come orari e davvero splendida come metodo di insegnamento. Ho imparato davvero tanto. Solo che per i miei ritmi era troppo impegnativa: due giorni a settimana (6 ore totali) con compiti a tonnellate, ritmi troppo serrati, pagine e pagine di vocaboli da studiare di volta in volta… A febbraio ero stanchissima e ho cambiato. Ora sto frequentando un corso qui da me: la maestra è fantastica, ma i qui i ritmi sono troooooppo blandi e sto perdendo il vocabolario… poi come te durante la settimana io non lo uso: parlo in inglese o in italiano, per cui va da sè che quel poco che imparo lo perdo:-C
    A metà luglio finisco questo corso e poi ne provo un altro che dovrebbe iniziare a settembre! Due volte a settimana ma con ritmi piu’ accettabili per una madre di famiglia!
    Mannaggia al tedesco 😉

    Bcai baci

  3. Sono stata sul lago di costanza ma a Lindau, un paesino meraviglioso! L’isola di Mainau era tra le mie mete previste ma quel giorno piovigginava e così tutto è stato rallentato… per cui ci siamo concentrati su Lindau e abbiamo rimandato Mainau ad un altro viaggio… vedremo!

  4. Hai ragione! L’isola è fantastica! Io e mio marito ci siamo stati 5 anni fa in viaggio di nozze a fine aprile e ci siamo ripromessi di tornarci con i bambini, dei quali già parlavamo. Sarebbe bello l’anno prossimo! Da Como è una gita fattibile in un fine settimana. Abbiamo notato anche noi come il parco sia pensato per le famiglie. Tra l’altro credo che, in un luogo così, ogni mese primaverile-estivo, sia incantevole per le diverse fioriture.
    Grazie per le sempre idee costruttive e perchè questa volta hai risvegliato anche uno splendido ricordo.

  5. Che meraviglia, Paola!
    sono stata a Mainau tantissimi anni fa, mi hai fatto fare un tuffo nel passato e mi hai messo tanta voglia di tornarci il prima possibile!

    baci 🙂

  6. @Palmy
    Lindau è fantastica 😀 Ci siamo stati qualche anno fa con PF che pero’ era ancora piccoletto e non ha apprezzato. Mi hai fatto venir voglia di tornarci… Sarà una delle nostre prossime gite!!

    @ Sara
    Un’amica c’è stata questo fine settimana è ci ha detto che era una meraviglia! Mi sa che faremo un’altra gita a breve per vedere le nuove fioriture!!
    Da Como è fattibilissimo: noi per arrivare a Zurigo (via Gottardo) ci impieghiamo 2 ore e mezza a cui devi aggiungere altri 40/45 minuti per arrivare all’isola. Se decidete di fermarvi una notte ti consiglio di pernottare in Germania: è decisamente piu’ economico!!

    @Smile
    Dai… venite a fare un giretto qua da noi!! Magari riusciamo anche ad incontrarci 😀

    @Anna
    Figurati! E’ un piacere 🙂

    Baci baci

  7. Quanto ti capisco!
    Qui le porte di entrata ed uscita sono affiancate, favorendo cosi’ la fuga delle mamme “disperate”.
    Dibolici!! 😀

    Baci baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe without commenting